La  felicita' mentale
0 0 0
Libri Moderni

Corti, Maria <1915-2002>

La felicita' mentale

Abstract: "La felicita' mentale" contiene un approccio nuovo alla storia dell'intrepido meditare dei due piu' grandi e solitari poeti del Duecento, Cavalcanti e Dante. La ricerca s'incentra sul Cavalcanti di "Donna me prega" e sul Dante del "Convivio" proiettati sul palcoscenico della grande cultura latina del secolo 13., percorso da illustri testi di origine greca e araba, da mirabibli commenti che rimisero in discussione i postulati della passata cultura. Da questa affascinante civilta' affiorano a noi, come segnali luminosi, tante inedite e problematiche quaestiones sull'essenza dell'amore, della nobilta' della felicita' : un bisogno impellente di schiarirsi le idee sulle nozioni fondamentali dell'essere al mondo. Cavalcanti e Dante vissero con genio poetico questa avventura filosofica, sperimentarono, l'uno in chiave eterodossa l'altro ortodossa, una "felicita' mentale" che profondi segni lascio' nei loro scritti. Il libro offre inoltre l'approfondimento, e l'applicazione al secolo 13. di alcune nozioni teoriche come quella dei campi semantici mobili, atti a illuminare come "parla" una cultura.


Titolo e contributi: La felicita' mentale : nuove prospettive per Cavalcanti e Dante / Maria Corti

Pubblicazione: Torino : Einaudi, c1983

Descrizione fisica: X, 172 p. ; 21 cm

ISBN: 88-06-05629-8

Data:1983

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Altri titoli:
  • "La felicita' mentale" contiene un approccio nuovo alla storia dell'intrepido meditare dei due piu' grandi e solitari poeti del Duecento, Cavalcanti e Dante. La ricerca s'incentra sul Cavalcanti di "Donna me prega" e sul Dante del "Convivio" proiettati sul palcoscenico della grande cultura latina del secolo 13., percorso da illustri testi di origine greca e araba, da mirabibli commenti che rimisero in discussione i postulati della passata cultura. Da questa affascinante civilta' affiorano a noi, come segnali luminosi, tante inedite e problematiche quaestiones sull'essenza dell'amore, della nobilta' della felicita' : un bisogno impellente di schiarirsi le idee sulle nozioni fondamentali dell'essere al mondo. Cavalcanti e Dante vissero con genio poetico questa avventura filosofica, sperimentarono, l'uno in chiave eterodossa l'altro ortodossa, una "felicita' mentale" che profondi segni lascio' nei loro scritti. Il libro offre inoltre l'approfondimento, e l'applicazione al secolo 13. di alcune nozioni teoriche come quella dei campi semantici mobili, atti a illuminare come "parla" una cultura.
Serie: Einaudi paperbacks ; 147

Nomi: (Autore) (Editore)

Soggetti:

Classi: 851.1 POESIA ITALIANA, ORIGINI-1375 (21)

Luoghi: Torino

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 1983

Sono presenti 1 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
GENZANO DI ROMA ADULT 851.1 COR GZ-13298 Su scaffale Disponibile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Nessuna recensione

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.