Non sarò più la tua vittima
0 0 0
Risorsa locale

Mele, Lucia

Non sarò più la tua vittima

Abstract: In questo volume la scrittrice tratta la violenza di genere e quella domestica. È violenza contro le donne ogni atto di violenza fondata sul genere che provochi un danno o una sofferenza fisica, sessuale o psicologica per le donne, incluse le minacce, la coercizione o privazione arbitraria della libertà personale, sia nella vita pubblica che privata. Così recita l'art. 1 delle dichiarazioni ONU sull'eliminazione della violenza contro le donne. La violenza contro le donne è la violenza perpetrata contro le donne basata sul genere, ed è ritenuta una violazione dei diritti umani; una forma di discriminazione comprendente tutti gli atti di violenza che provocano sofferenza fisica, sessuale e psicologica comprese le minacce, articoli contenuti nella Convenzione di Istanbul. La violenza di genere riguarda donne ma anche i bambini e da diverse ricerche emerge che la violenza di genere si esprime su donne e minori in vari modi e in tutti i paesi del mondo. Esiste la violenza domestica esercitata soprattutto nell'ambito familiare o cerchie ristrette di conoscenti, attraverso minacce, maltrattamenti fisici o psicologici, atti persecutori o stalking, percosse, abusi sessuali, delitti d'onore. Un'altra forma di violenza contro le donne è la violenza economica che consiste nel controllo del denaro da parte del partner, nel divieto di intraprendere attività lavorative esterne all'ambiente. Le donne sono esposte nei luoghi pubblici e sul posto di lavoro a molestie sessuali e abusi sessuali, a stupri e a ricatti sessuali. Va citato il femminicidio che in alcuni paesi, come in India e in Cina, si concretizza nell'aborto selettivo dove le donne vengono indotte a partorire solo figli maschi, perché più riconosciuti e accettati socialmente. Esistono infine violenze relative alla riproduzione (aborto forzato, sterilizzazione forzata, contraccezione negata, gravidanza forzata). Tra il 2000 e il 2018 in Italia si sono verificati 3.100 casi di femminicidio con vittime spesso uccise da un parente, da un partner o da un ex partner. Il 9 Agosto è entrato in vigore la legge denominata "Codice Rosso", legge del 19 Luglio 2019, n.69 (recante "Modifiche al codice di procedura penale e altre disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza e di genere). Il testo include incisive disposizioni di diritto penale sostanziale. Tra le novità in ambito procedurale, uno strumento per aiutare le tante donne che quotidianamente sono minacciate, perseguitate, stalkerizzate, sottoposte a violenze fisiche o psicologiche, con l'effetto che saranno adottati più celermente eventuali provvedimenti di protezione delle vittime. È una cruda realtà non più tollerabile che va affrontata con serietà e determinazione.


Titolo e contributi: Non sarò più la tua vittima

Pubblicazione: Booksprint, 23/04/2020

EAN: 9788824939546

Data:23-04-2020

Nota:
  • Lingua: italiano
  • Formato: EPUB con DRM Adobe

Nomi:

Dati generali (100)
  • Tipo di data: data di dettaglio
  • Data di pubblicazione: 23-04-2020

In questo volume la scrittrice tratta la violenza di genere e quella domestica. È violenza contro le donne ogni atto di violenza fondata sul genere che provochi un danno o una sofferenza fisica, sessuale o psicologica per le donne, incluse le minacce, la coercizione o privazione arbitraria della libertà personale, sia nella vita pubblica che privata. Così recita l'art. 1 delle dichiarazioni ONU sull'eliminazione della violenza contro le donne. La violenza contro le donne è la violenza perpetrata contro le donne basata sul genere, ed è ritenuta una violazione dei diritti umani; una forma di discriminazione comprendente tutti gli atti di violenza che provocano sofferenza fisica, sessuale e psicologica comprese le minacce, articoli contenuti nella Convenzione di Istanbul. La violenza di genere riguarda donne ma anche i bambini e da diverse ricerche emerge che la violenza di genere si esprime su donne e minori in vari modi e in tutti i paesi del mondo. Esiste la violenza domestica esercitata soprattutto nell'ambito familiare o cerchie ristrette di conoscenti, attraverso minacce, maltrattamenti fisici o psicologici, atti persecutori o stalking, percosse, abusi sessuali, delitti d'onore. Un'altra forma di violenza contro le donne è la violenza economica che consiste nel controllo del denaro da parte del partner, nel divieto di intraprendere attività lavorative esterne all'ambiente. Le donne sono esposte nei luoghi pubblici e sul posto di lavoro a molestie sessuali e abusi sessuali, a stupri e a ricatti sessuali. Va citato il femminicidio che in alcuni paesi, come in India e in Cina, si concretizza nell'aborto selettivo dove le donne vengono indotte a partorire solo figli maschi, perché più riconosciuti e accettati socialmente. Esistono infine violenze relative alla riproduzione (aborto forzato, sterilizzazione forzata, contraccezione negata, gravidanza forzata). Tra il 2000 e il 2018 in Italia si sono verificati 3.100 casi di femminicidio con vittime spesso uccise da un parente, da un partner o da un ex partner. Il 9 Agosto è entrato in vigore la legge denominata "Codice Rosso", legge del 19 Luglio 2019, n.69 (recante "Modifiche al codice di procedura penale e altre disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza e di genere). Il testo include incisive disposizioni di diritto penale sostanziale. Tra le novità in ambito procedurale, uno strumento per aiutare le tante donne che quotidianamente sono minacciate, perseguitate, stalkerizzate, sottoposte a violenze fisiche o psicologiche, con l'effetto che saranno adottati più celermente eventuali provvedimenti di protezione delle vittime. È una cruda realtà non più tollerabile che va affrontata con serietà e determinazione.

Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Nessuna recensione

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.