Non fare scene! Corso di scrittura creativa
0 0 0
Risorsa locale

Scuola di scrittura creativa Ellemù

Non fare scene! Corso di scrittura creativa

Abstract: La scuola di scrittura creativa Ellemù di Monaco è alla sua seconda edizione. In quest'antologia le autrici (Maddalena Fingerle, Nadine Löhr, Agnese Ferro, Yvonne Gebhardt) affrontano la sfida di cimentarsi nella scrittura per amore dell'italiano, raccontando la quotidianità. Il risultato è una lingua eterogenea, impastata di dialetto e parole straniere, che rimanda alla letteratura di migrazione e a scrittrici come Igiaba Scego. Flash, lampi di vita che hanno l'effetto di una foto scattata al volo, ma non per questo meno nitida. Personaggi singolari e un po' astrusi dominano le "scene" – Venezia, i surfisti dell'Eisbach, una sera con le amiche, un corteo pro Palestina, un bosco – dei racconti su cui ci affacciamo. E in queste microstorie è l'ironia del loro sguardo a guidarci, unico strumento possibile per leggere il mondo senza prendersi troppo sul serio, senza fare troppe… scene!


Titolo e contributi: Non fare scene! Corso di scrittura creativa

Pubblicazione: Emma Books, 17/05/2017

Data:17-05-2017

Nota:
  • Lingua: italiano
  • Formato: EPUB con DRM Adobe

Nomi:

Dati generali (100)
  • Tipo di data: data di dettaglio
  • Data di pubblicazione: 17-05-2017

La scuola di scrittura creativa Ellemù di Monaco è alla sua seconda edizione. In quest'antologia le autrici (Maddalena Fingerle, Nadine Löhr, Agnese Ferro, Yvonne Gebhardt) affrontano la sfida di cimentarsi nella scrittura per amore dell'italiano, raccontando la quotidianità. Il risultato è una lingua eterogenea, impastata di dialetto e parole straniere, che rimanda alla letteratura di migrazione e a scrittrici come Igiaba Scego. Flash, lampi di vita che hanno l'effetto di una foto scattata al volo, ma non per questo meno nitida. Personaggi singolari e un po' astrusi dominano le "scene" – Venezia, i surfisti dell'Eisbach, una sera con le amiche, un corteo pro Palestina, un bosco – dei racconti su cui ci affacciamo. E in queste microstorie è l'ironia del loro sguardo a guidarci, unico strumento possibile per leggere il mondo senza prendersi troppo sul serio, senza fare troppe… scene!

Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Nessuna recensione

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.