In seguito alle ultime disposizioni del Ministero della Salute, da febbraio il Lazio è in "zona gialla" [ex DPCM 3 nov 2020]: fino a nuove disposizioni governative, le biblioteche continuano ad erogare i loro servizi su prenotazione.

Contattando la propria biblioteca e prenotando il proprio ingresso, si può restituire un libro o ritirare un prestito prenotato, girare tra gli scaffali e scegliere personalmente cosa portarsi a casa, sfogliare materiale non prestabile (cioè per sola consultazione interna).

Come?
- con la mascherina
- detergendosi le mani con il gel sanificante all'ingresso delle sedi
- mantenendo la distanza di sicurezza dalle altre persone
- trattenendosi non più di 15 minuti nei locali bibliotecari, tranne nel caso di consultazione di materiale non prestabile (vedi sopra).
Naturalmente, quindi, non ci si può fermare nelle sale a studiare.

In biblioteca ci si può anche iscrivere, o rinnovare la propria tessera, benché ci sia sempre la possibilità di farlo in autonomia, online.
Se si è minorenni, in biblioteca occorrerà la presenza di un genitore.

Le donazioni di libri sono sospese.

Comodo e molto consigliato, naturalmente, l'utilizzo della biblioteca digitale e delle prenotazioni online da catalogo.

Sono ancora sospesi gli eventi in presenza - mostre a parte; ma gli eventi continuano online.