Transiti. Filosofie, ecologie, arti e tecnologie del terzo millennio. Incontri sul futuro in preparazione della seconda edizione del Festival delle connessioni dedicato all’opera e al pensiero di Mario Perniola.

Futuri imprevisti. Il futuro non come ce lo immaginavamo.

Se in passato, nell'immaginario collettivo, il concetto di futuro era sempre associato a qualcosa di trionfante e di molto positivo (progresso, sviluppo, miglioramento delle condizioni di vita, rivoluzione etc.), a vederlo da oggi l'avvenire stimola in noi sentimenti contrastanti. I cambiamenti climatici, le innovazioni tecnologiche, le “iper-intelligenze” digitali, il protagonismo dei non umani (foreste, virus, clima, entità digitali) ci pongono dinanzi ad un inedito scenario i cui sviluppi futuri ci appaiono incerti, imprevedibili e, in diversi casi, poco comprensibili. Il termine tedesco Unheimliche incontra diverse accezioni che hanno ispirato il dibattito e il pensiero di diversi autori. Se nell'opera di Freud il termine indica ciò che è al tempo stesso familiare e perturbante, in Schelling acquisisce il significato di "tutto ciò che avrebbe dovuto rimanere nascosto e che invece è affiorato". In Perniola l'idea del divenire e del perturbante assume il significato del transito: "mai come adesso ci troviamo di fronte ad un divenire che non possiede una direzione determinata, a un movimento privato di una meta precisa (...) Non soltanto abbiamo perso il nostro passato e il nostro futuro, la nostra patria e la nostra utopia, ma abbiamo l'impressione che niente e nessuno può darci un altro passato e un altro futuro, un'altra patria e un'altra utopia”. Il termine atopia (dal greco a-topos) descrive qualcosa fuori luogo, indefinibile, strana, di difficile collocazione. I nostri futuri sono divenuti atopici, indecifrabili e diversi da come ce li immaginavamo.

La seconda edizione di Transiti, il festival delle connessioni, si concentrerà sull'analisi dei nuovi significati del futuro e sarà preceduta da una serie di incontri sul tema che daranno vita alla manifestazione Transiti incontri.

Il programma: https://bit.ly/Transitincontri_2024
La pagina Facebook con tutte le news: transitifestival