Community » Forum » Recensioni

Bel-Ami
0 1 0
Maupassant, Guy : de

Bel-Ami

Milano : RCS, 2002

1342 Visite, 1 Messaggi

Ho letto quasi contemporaneamente due libri (francesi) che, secondo me , trattano di un argomento comune, anche se con stili, angolature, periodo storico diversi. Uno è questo. Il titolo potrebbe essere "l'arte di farla franca" o "io sicuro che me la cavo" o "nato con la camicia". Narra infatti di un ragazzo belloccio che all'inizio del romanzo è povero in canna, ma man mano, pagina dopo pagina conquista posizione sociale e ricchezze sempre più ampie, fama, successo , conoscenze , stima e prestigio. Grazie a cosa? Suoi meriti. Sfrontatezza. Furbizia. Cinismo. Insieme di circostanze ed opportunità, che sa cogliere meravigliosamente al volo. Perspicacia nel intendere la personalità degli altri e sfruttarla a suo vantaggio. Non è un personaggio di fantasia: persone così esistono, purtroppo o per fortuna. Oltre ad un coloratissimo affresco di un ambiente ed un periodo storico, il romanzo focalizza l'attenzione sui privilegi della gioventù e della bellezza, del fascino e dell'essere buon amico della fortuna e fa un ritratto di Bel Ami rendendolo non cattivo, non gretto, sicuramente opportunista e senza tanti scrupoli morali, ma più vicino a noi - o a quel che vorremmo essere (almeno ogni tanto) - che ad un personaggio negativo. La maestria nel rendere "generale" un "particolare " personaggio , di creare una "maschera" non può che affascinare. Come tutti i classici, un'opera d'arte.

  • «
  • 1
  • »

1210 Messaggi in 1149 Discussioni di 96 utenti

Attualmente online: Ci sono 5 utenti online