Community » Forum » Recensioni

All'improvviso bussano alla porta
5 1 0
Keret, Etgar

All'improvviso bussano alla porta

Milano : Feltrinelli, 2012

Abstract: All'improvviso bussano alla porta e uno scrittore si ritrova ostaggio di un gruppo di persone che, con la minaccia delle armi, gli intima di raccontare una storia. In difficoltà, lo scrittore cerca di cavarsela in una situazione che ad Amos Oz e David Grossman non capiterebbe mai. In Cheesus Christ un uomo viene pugnalato a morte in un fast food dopo aver ordinato un hamburger senza formaggio. La vicenda ha conseguenze imprevedibili e apocalittiche che riflettono ironicamente il caos e la casualità dell'esistenza. Una delle trentotto storie brevi contenute in questo volume si dichiara esplicitamente e senza pudore come il racconto migliore del libro. Promette al lettore una Mazda Lantis grigia metallizzata in premio se lo legge in maniera corretta, e comunque un modello più economico se non lo legge in maniera corretta, perché è un racconto che vuol far sentire bene il lettore, che non vuole creargli complessi di inferiorità. Questi sono solo alcuni dei racconti che compongono la raccolta di Etgar Keret, un libro spassoso che ha conquistato i lettori.

1258 Visite, 1 Messaggi
Claudio Gatti
26 posts

Sherazade c'ha l'alito pesante
E' notte, minacciato da tre uomini armati spaparanzati sul divano di casa sua, Etgar Keret è costretto a narrare le sue storie, pena la morte. Si tratta del fantastico mondo di Keret: racconti scombinati, inquietanti e abbastanza puzzolenti.
Non perdetelo!

Genere : Era una notte buia e tempestosa
Giudizio : 5 pallini (su cinque)

  • «
  • 1
  • »

1179 Messaggi in 1119 Discussioni di 94 utenti

Attualmente online: Ci sono 4 utenti online