Trovati 89996 documenti.

Mostra parametri
Mastro Titta, il boia di Roma. Memorie di un carnefice scritte da lui stesso
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Giovanni Battista Bugatti (Mastro Titta)

Mastro Titta, il boia di Roma. Memorie di un carnefice scritte da lui stesso

Booklassic, 20150629

Abstract: Un anonimo autore del secolo XIX ne scrisse una finta autobiografia, intitolata Mastro Titta, il boia di Roma. Memorie di un carnefice scritte da lui stesso, nella quale gli fa descrivere in questo modo l'inizio della sua attivita di giustiziere al servizio di Sua Santita. La finta autobiografia, scritta e pubblicata molti anni dopo la presa di Roma e la morte del Bugatti, e scritta in chiave anticlericale.

ABRAHAM Lincoln
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Weil, Jonathan

ABRAHAM Lincoln

David Fickling Books, 20200224

Abstract: True life stories of the most amazing people EVER! Meet ABRAHAM LINCOLN, the power-speaking President of the USA. He helped free millions of people from slavery, and his rags to riches tale is legendary. Find out: how he came up with one of the best speeches ever given; how he got the nickname 'Spotty Lincoln' and how wrestling and crowd-surfing helped him win votes.Get to know ABRAHAM on First Name terms.

Pensiero positivo. La mente cosmica e i segreti per raggiungere la felicità
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Lugoli, Roberta

Pensiero positivo. La mente cosmica e i segreti per raggiungere la felicità

Gilgamesh Edizioni, 17/07/2020

Abstract: Come fare a IMPARARE e APPLICARE IL PENSIERO POSITIVO anche se Non hai il TEMPO di leggere i 66 Libri fondamentali per APPRENDERLO…Tutto l'universo partecipa della vita di una Mente Cosmica, la rete di energia che collega ogni singola parte al Tutto. Grazie alle facoltà pure del Pensiero, siamo in grado di comunicare con essa, sfruttando l'enorme potere delle emozioni.Questo è il substrato (che Rende possibile la pratica e l'efficacia) del pensiero positivo.Siamo infatti dotati di uno strumento straordinario che se esercitato adeguatamente cambierà radicalmente la nostra intera esistenza, il modo di pensare e la qualità delle relazioni; perché raggiungere la felicità emotiva è un nostro legittimo diritto.La perfezione è dentro di noi, ma dobbiamo recuperarla.Seguendo un cammino che potenzia l'autostima passo passo, attraverso i 66 libri fondamentali che l'autrice ha recepito e metabolizzato per elaborare un percorso assolutamente originale e inedito che partendo da Platone passa per Cartesio e giunge fino a Freud, Jung e Osho, questo libro spiega chiaramente come ciò sia possibile e facilmente attuabile.Questo libro indica le vie da percorrere per realizzare il ricongiungimento al Principio e rivela come decifrare i messaggi provenienti dal nostro essere interiore. Diventa chi sei, ritrova la tua vera potenza interiore.Ecco cosa troverai nel libro: In che termini il pensiero è l'essenza dell'uomo e perché nessuno te lo ha mai spiegato così chiaramente (pag. 13)       Che cos'è il pensiero puro (pag. 19) Qual è l'origine del pensiero nell'essere umano (pag. 23) Le cause dell'imperfezione umana e come ristabilire l'equilibrio (pag. 27) L'inconscio e la Mente Cosmica (pag. 45) I livelli di esistenza e la concezione olografica dell'Assoluto (pag. 55) Qual è l'essenza dei sogni e perché sogniamo (pag. 73)             Il simbolismo: il linguaggio della mente cosmica (pag. 107)      Meditazione come stato dell'essere (pag. 153)… e moltissimo altro ancora

L'uomo con lo zainetto
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Schifitto, Luigi

L'uomo con lo zainetto

Gilgamesh Edizioni, 17/07/2020

Abstract: Un thriller poliziesco contemporaneo che mescola il sapore del mistero dell'Antica Roma alla magia di Torino. Un complicato caso, quello del commissario Cavalli, che lascerà il lettore senza fiato, incapace di smettere di leggere. UN ROMANZO THRILLER POLIZIESCO AMBIENTATO A TORINO E A ROMA, UN GIALLO NOIR RICCO DI INTRIGHI E COLPI DI SCENA. Torino, quartiere Crocetta: viene trovato il cadavere di un noto docente universitario, con le vene dei polsi e delle caviglie recise. Sul luogo del delitto c'è anche una cartolina di uno scorcio di Roma su cui è tracciata una lettera zeta. Le indagini saranno affidate al commissario Cavalli e alla sua squadra, ma le cose si complicano quando dopo qualche giorno una cartolina analoga viene ritrovata vicino al cadavere di un avvocato ucciso e decapitato a Pinerolo. La svolta delle indagini avverrà solo dopo che l'attenzione si sarà spostata sulla Città Eterna.

Joseph e Lia. La mia vita precedente a Mauthausen
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Sanna, Roberto

Joseph e Lia. La mia vita precedente a Mauthausen

Amico Libro, 25/09/2020

Abstract: Un'esperienza reale di ipnosi regressiva narrata in prima persona. Un caso unico a livello mondiale. Libro molto coinvolgente ed emozionante ambientato all'interno del lager di Mauthausen. Si racconta esclusivamente la vita precedente senza riferimenti alla vita attuale.La storia raccontata da Roberto Sanna in Joseph e Lia è profonda, intrigante, a tratti poetica e nel complesso estremamente inquietante dal momento che si tratta del resoconto fatto in prima persona dal protagonista, Joseph Keller, del suo internamento nel lager nazista di Mauthausen. Già questo basterebbe per consigliarne la lettura.Per tutta la durata del racconto è difficile pensare che non sia davvero Joseph a narrare la sua storia, eppure il libro è stato scritto in anni recenti, benché Joseph sia morto ormai da decenni e la sua voce, nel pensare comune, avrebbe dovuto essere spenta per sempre. Si potrebbe pensare che l'effetto sia dovuto all'indubbio talento narrativo dello scrittore e, ovviamente, al fatto che abbia minuziosamente attinto da documenti di archivio e da testimonianze dirette dei protagonisti della vicenda o dei loro discendenti a cui la storia è stata raccontata. Ma sulla vicenda non esistono documenti d'archivio o testimonianze, e se Roberto riesce a dare voce a Joseph è perché lui stesso è Joseph, o meglio lo è stato nella sua vita precedente, e nel corso di una serie di sedute di ipnosi regressiva ha ricordato vividamente e con estrema ricchezza di particolari la sua drammatica esperienza nel lager di Mauthausen.L'AUTORERoberto Sanna nasce a Cagliari nel 1974, attualmente risiede a Capoterra.Si occupa di editoria dal 1998, è fondatore della casa editrice e agenzia letteraria Amico Libro.è grafico, editor, impaginatore. Nel 2009, in seguito a un problema alimentare, si rivolge all'ipnologo cagliaritano Momi Zanda dove emerge l'incredibile storia raccontata in questo libro.Continua a collaborare con Momi con canalizzazioni di entità incorporee, in particolar modo legate all'antica civiltà nuragica.foto di copertina © alista21 - depositphoto.it 

Sa Levadora. La maestra di parto sarda
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Murgana, Ivan - Salis, Carmen

Sa Levadora. La maestra di parto sarda

Amico Libro, 01/05/2020

Abstract: FILE AGGIORNATOPer conoscere meglio se stessi bisogna scavare nel proprio passato. Lo sa bene Peppino Setividas che torna in Marmilla per scoprire chi era Pietrina Murtas, la levatrice che aiutò sua madre a farlo venire al mondo. In questo viaggio scoprirà la storia di una donna fuori dal comune, che grazie alla sua incredibile forza d'animo, riuscirà a condurre la vita che vuole, pur dovendo combattere contro un destino avverso e contro i pregiudizi e le maldicenze della gente. Un racconto che apre lo scrigno dei ricordi di una Sardegna che non c'è più, ma che rivive nelle parole spese davanti al fuoco di un camino. La storia di una levatrice sarda, specchio dell'immagine dell'Isola che dovremmo custodire per non dimenticare mai chi siamo e da dove veniamo. Carmen Salis, cagliaritana, giornalista pubblicista, moglie e madre di tre figli, è alla sua settima pubblicazione. Scrittrice poliedrica, passa dai versi alla prosa senza abbandonare il sogno di poter scrivere per il teatro. Ama il canto, la fotografia e i gatti. carmen.salis@alice.it. www.carmensalis.it Ivan Murgana è nato a Sarroch nel 1978. Giornalista pubblicista, collabora con il quotidiano L'Unione Sarda dal 2004. Nel 2013 ha pubblicato il suo primo romanzo, "Il flebotomo di Rocca Limpia".

Figli dell'anima
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Frigau, Daniela

Figli dell'anima

Amico Libro, 14/05/2020

Abstract: "È colpa di questa vita che non ha mai avuto grazia dei nostri poveri cuori. La verità è che noi non siamo mai state le figlie di nessuno".Rosa è diventata una "Figlia dell'anima". Strappata alla sua infanzia, viene venduta, con la sorellina Rita, a una famiglia benestante, da suo padre, uomo dispotico e avido. La sua autorità predominerà sull'esistenza di Rosa e dei suoi fratelli; in particolar modo, sulla vita di Antonio, il bambino che vedeva le "Stelle grandi"."Figli dell'anima" è un romanzo che racconta un'epoca, il secondo dopoguerra, in cui il nulla era il tutto, e quel tutto erano briciole di una realtà cruda e amara.Daniela Frigau, nasce a Cagliari nel 1985. Studentessa presso la facoltà di Psicologia, scopre la passione per la scrittura tra i banchi del liceo, e grazie alla frequentazione di alcuni corsi di scrittura creativa. Nel 2011, ha pubblicato il suo primo romanzo: "Se fossi conchiglia ti amerei per sempre" edito da "La Riflessione", con il quale ha vinto una Menzione d'onore nel concorso letterario "Valentina", Ascoli Piceno.

La donna farfalla
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Brughitta, Roberto

La donna farfalla

Amico Libro, 20/03/2020

Abstract: Lamadrò è il paese con le case dalle tegole larghe, quel paese dove Riccardo, il figlio del maniscalco, non parla ma ascolta, dove Gianluca è il garzone che sa innamorarsi dopo un solo bacio sulle labbra, dove il vento spettina i riccioli di Manuel, dove Monica sa leggere le nuvole. Il lavoro di Roberto Brughitta, "La donna Farfalla", ha la forza della bella narrazione, ovvero quella forza che serve per scrivere una bella storia. Un'opera questa che contiene semplicità, una dose essenziale di incanto e tanta voglia di prendersi sul serio giocando.L'autore nasce nel 1965 a Cagliari, dove trascorre la sua adolescenza esplorando le tombe fenicio-puniche della necropoli di Tuvixeddu. Per anni ha svolto la professione di burattinaio e animatore esibendosi nelle scuole e nelle piazze della Sardegna. Le sue pubblicazioni sono "Il giocattolaio e altri racconti" (2012), "Baci di laguna" (2014). È comparso nell'antologia del concorso Carta Bianca nelle edizioni dal 2011 al 2013. È autore di un racconto sulla pericolosità dell'amianto e un altro, "Trucioli di cuore", scritto con Emanuela Imprescia, presidentessa Dell'ADMO Alto Adige e fondatrice del gruppo Polì Ale "Un midollo per la vita" . "La donna Farfalla" è la sua nuova opera.

Lo spazio bianco
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Parrella, Valeria

Lo spazio bianco

Einaudi, 09/06/2020

Abstract: Succede a volte che un imprevisto interrompa il corso normale della vita: un accidente si mette di traverso, e d'un tratto il tempo si biforca. Alla drammatica rapidità dell'istante si affianca un tempo diverso, dilatato e fermo: il tempo dell'attesa. "Io non sono buona ad aspettare, - dice Maria, la protagonista di questo romanzo. - Non sento curiosità nel dubbio, né fascino nella speranza. Aspettare senza sapere è stata la piú grande incapacità della mia vita". Maria insegna italiano in una scuola serale di Napoli, legge Dante e Leopardi a giganteschi camionisti che faticano a infilarsi nei banchi. Una sera, tornando a casa, un dolore rotondo e forte la precipita nella sala d'aspetto di un ospedale: "Quelli sono medici, signò, che vi possono rispondere?" Narrata con una voce ribelle che pure sa trovare i toni dell'indulgenza, una storia che inizia come un destino di solitudine personale e piano piano si trasforma in un caldo coro di scoperte, volti e incontri. Tanto che a Maria sembra quasi che siano la vita e la città a farle da compagne. Un libro bruciante, profondo, luminoso.

Indicators and oscillators in Excel
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Barker, Eric

Indicators and oscillators in Excel

Eric Barker, 01/07/2020

Abstract: Within this publication you will find Excel formulas to create the graphs of 33, among the most important, technical analysis indicators and oscillators. Advance Decline Line, Average True Range, Bollinger Bands, DEMA, Envelopes, Exponential Moving Average, Weighted Moving Average, Simple Moving Average, Money Flow Index, Negative Volume Index, On Balance Volume, Pivot Point, Positive Volume Index, Parabolic SAR, TEMA, Historical Volatility, ADX D+ D-, Aroon, Bollinger Bands Width, Bollinger %B, CCI, Chaikin Oscillator, Chande Momentum Oscillator, Force Index, MACD, Momentum, Price Oscillator, ROC, RSI, Slow Stochastic, Fast Stochastic, Volume ROC, Williams %R.

L'amore che (s)coppia. Capirsi, avere cura della relazione d'amore. Psicoterapia della coppia: quando andarci, cosa aspettarsi
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Portella, Lucia

L'amore che (s)coppia. Capirsi, avere cura della relazione d'amore. Psicoterapia della coppia: quando andarci, cosa aspettarsi

Lucia Portella, 06/08/2020

Abstract: Questo libro si rivolge a chi si rende conto che la coppia è un'entità a sé stante con un suo equilibrio, un suo mondo interno, insomma un sistema di relazioni che può essere considerato un oggetto di attenzione e di studio. Spesso le persone che si rivolgono a uno psicoterapeuta mostrano un certo stupore nel considerare le questioni riguardanti le dinamiche di coppia: asseriscono di "non averci mai pensato", di non essersi mai fatti certe domande, dalla più banale ("Ma io mi sento parte di una coppia?") alle più complesse e raffinate disquisizioni sui ruoli materni, genitoriali o filiali 'giocati' all'interno della coppia.Nel corso del mio lavoro ho avuto modo di rendermi conto di quanto poco le persone metacomunichino, cioè parlino delle loro relazioni e le commentino con il desiderio di approfondire alcuni aspetti particolari, soprattutto quando costituiscono un disagio. Questa mancanza di consapevolezza delle dinamiche di coppia porta spesso le persone a restare a un livello di relazione immediato, quasi 'primitivo', in cui manca la riflessione sul proprio comportamento e sull'effetto del proprio comportamento sul sistema di relazione di cui le persone sono parte. La scarsa attitudine alla riflessione su sé stessi – e su sé stessi in coppia – è spesso un elemento di criticità nella valutazione della fisiologica capacità di una coppia di evolversi da una fase all'altra nel corso di una lunga storia.Questo libro vuole aiutare le persone che stanno in coppia a porsi domande. Alcune domande riguardano la possibilità di concepire la propria coppia come sistema vivo, che quindi attraversa fasi vitali definite (l'innamoramento, la nascita della coppia, lo stabilizzarsi della coppia, l'amore maturo), e la capacità di individuare il momento o la fase in cui ci si sente. Alcune crisi di coppia intervengono nel passaggio da una fase all'altra. Tipica è la crisi che va dalla fase di innamoramento a quella di amore stabile, fase che può essere molto diversa a seconda che si tratti di una coppia tradizionale che ha avuto un lungo fidanzamento, o di una coppia che nasce da persone che hanno già alle spalle un'esperienza di convivenza, magari con figli, o ancora che si tratti di una coppia omosessuale coi problemi relativi al coming out e alle relazioni con il mondo circostante. Già in questa fase precoce della vita della coppia molti elementi di problematicità sono affrontabili attraverso la riflessione, la comprensione dei problemi della coppia e dei problemi personali che vi si intrecciano. Quando la vita di coppia supera i primi anni di convivenza e affronta le perturbazioni che necessariamente si manifestano col tempo, tipica è anche la crisi che avviene nel periodo in cui la coppia ha procreato da poco e trova grande difficoltà a individuare un equilibrio all'interno del sistema-famiglia, la possibilità di esistere come coppia pur all'interno di un sistema più grande e complesso.

La traduzione totale di Peeter Torop. Spunti per lo sviluppo della scienza della traduzione
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Osimo, Bruno

La traduzione totale di Peeter Torop. Spunti per lo sviluppo della scienza della traduzione

Bruno Osimo, 25/07/2020

Abstract: Nel 1995 Peeter Torop, che succede a Ûrij Lotman a capo del dipartimento di Semiotica dell'Università di Tartu, ha pubblicato Total´nyj perevod in russo. Si tratta di un'opera fondamentale per lo sviluppo della disciplina che si occupa della traduzione. Colgo l'occasione di presentare questo lavoro per fare una sintesi degli sviluppi della disciplina nell'ultimo mezzo secolo, delineando le prospettive che l'applicazione della semiotica allo studio della traduzione apre per il futuro.

L'isola di Sahalìn (dalle note di viaggio)
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cechov, Anton

L'isola di Sahalìn (dalle note di viaggio)

Anton Cechov, 21/07/2020

Abstract: "Il 5 luglio 1890 sono arrivato in piroscafo alla città di Nikolàevsk, una delle estremità orientali della nostra patria. L'Amùr qui è molto largo, al mare restavano soltanto 27 verste; il posto è maestoso e bello, ma i ricordi del passato di questa regione, quello che i compagni di viaggio dicono sul duro inverno e sulle non meno dure usanze locali, la vicinanza dei lavori forzati e l'aspetto stesso della città abbandonata, spopolata fanno passare del tutto la voglia di ammirare il paesaggio.Nikolàevsk è stata fondata non poi da tanto, nel 1850, dal famoso Gennàdij Nevel´skój, momento radioso più unico che raro della storia della città. Negli anni Cinquanta e Sessanta, quando si è cominciato lo sfruttamento agricolo del territorio lungo l'Amùr facendo generoso uso di soldati, detenuti e coloni, a Nikolàevsk facevano soggiorno i funzionari che governavano la regione, qui arrivavano numerosi avventurieri russi e stranieri, si trasferivano i coloni attirati dalla straordinaria abbondanza di pesce e di selvaggina e, evidentemente, gli interessi che si confanno al genere umano non erano estranei alla città, tant'è vero che uno scienziato di passaggio considerò necessario e possibile tenere una conferenza pubblica al club. Invece adesso le case sono[…]"

L'amareneto. Versione filologica del Giardino dei ciliegi. Commedia in quattro atti
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cechov, Anton - Bruno Osimo

L'amareneto. Versione filologica del Giardino dei ciliegi. Commedia in quattro atti

Anton Cechov, 27/07/2020

Abstract: PostfazioneHo pensato di tradurre Il giardino dei ciliegi quando mi sono accorto che gli alberi in questione non sono ciliegi, ma amareni. Il dramma ruota intorno all'impoverimento della famiglia dovuto proprio al fatto che le amarene non sono trasportabili (e quindi commerciabili) a meno di sottoporle prima a procedimenti di conservazione (marinatura). Sono proprio i procedimenti che non sono più noti, e che causano la decadenza, con tutto ciò che ne deriva. Manca il tramandarsi di generazione in generazione dei "metodi di famiglia", delle "tradizioni" che hanno fatto di questo, il più grande amareneto della regione, una fonte di ricchezza.Quanto al "giardino", la parola russa sad si usa in locuzioni come fruktovyj sad, "giardino della frutta", ma che noi chiamiamo "frutteto", zoologičeskij sad, "giardino degli animali", ma che noi chiamiamo "zoo", botaničeskij sad, "giardino botanico", ma che noi chiamiamo "orto botanico" e così via. Quindi risulta evidente che la resa "giardino dei ciliegi" è rozza e frettolosa (il che ovviamente non giustifica che non sia stata corretta nei centodieci anni successivi). Soprattutto, non è il giardino di casa, come pensano tutti gli italofoni a teatro, ma ettari ed ettari di campo coltivato a frutta. Non so se è più bello o meno bello, ma certamente è diverso.Anche in tutto il resto la mia traduzione ha una sola ambizione: la precisione. Se mai una compagnia teatrale deciderà di usarla per un allestimento, ci lavorerà sopra, con o senza il mio aiuto. Io ho cercato di produrre battute recitabili, ma non sono né attore né regista. E non c'è nulla di peggio di un traduttore che sceglie una formulazione immaginandosela abbinata a una certa intonazione, senza rendersi conto che quella intonazione è solo nella sua testa, ma non ci sono appigli né di punteggiatura né di altro tipo che possano suggerirla (a parte la telepatia, che forse non è un criterio del tutto scientifico).Il barin, la bàrynâ, il mugìk e altri realia sono rimasti tali. Nella maggior parte dei casi, sono parole reperibili nei dizionari di italiano. Per qualsiasi commento, suggerimento, critica vi prego di scrivermi. C'è di bello che gli ebook si possono correggere anche dopo averli venduti (e comprati). Buona lettura!Milano, 7 luglio 2014Bruno Osimo

Rum - Rhum - Ron
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Manzi, Peppino

Rum - Rhum - Ron

Peppino Manzi, 14/07/2020

Abstract: Fino agli anni antecedenti il 2000, quando alcune aziende importatrici di distillati come la VELIER di Genova, fecero conoscere anche in Italia dei meravigliosi rum nelle sue varie categorie e tipologie, il rum non era molto conosciuto in tutte le sue innumerevoli qualità. Nelle bottigliere dei nostri American Cocktail Bar erano poche le qualità dei rum presenti: in prevalenza c'erano rum bianchi secchi per confezionare i classici cocktail già internazionali e qualche rum scuro.Personalmente in quei tempi feci una piacevole esperienza suggerita da mio figlio Marco che, di ritorno da un'esperienza velica nei Caraibi, ritornò convincendomi a diversificare le mie proposte di classico American Bar tramutandolo in una vivace "Rhumeria". Grande successo e oltre al coretto lavoro di cocktail bar classico unificammo la proposta di 120 etichette di rum e conseguentemente la proposta dei vari "Drink Caraibici" assieme a una varia tipologia di sigari da abbinare al piacere della degustazione del rum.E' così che cominciai a conoscere meglio il fantastico mondo dei rum caraibici, ed appassionarmi a tal punto che ne feci un'accurata ricerca e descrizione dei distillati della canna da zucchero arrivando poi a scoprire la produzione dei rum delle isole dell'oceano Indiano fino ad arrivare ai rum giapponesi.La descrizione dei vari rum delle isole caraibiche e del mondo dove si coltiva la canna da zucchero sono abbinante a magnifiche immagini che in queste noiose giornate bloccati in casa per il coronavirus mi hanno portato a rivivere le mie esperienze in quei luoghi, assaporando con fantasia i profumi e l'allegra vita di quei popoli caraibici. Con l'intento di portare anche a voi, miei lettori, in quel mondo e conoscere meglio questo distillato. Inoltre ho creduto opportuno inserire la conoscenza della cucina caraibica il cioccolato, una ricerca sui sigari ed un'attenta descrizione delle ricette dei drink preparate col rum. 

Analisi tecnica e trading online. L'analisi grafica
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Sullivan, Gilbert

Analisi tecnica e trading online. L'analisi grafica

Gilbert Sullivan, 01/07/2020

Abstract: In questo libro spieghiamo l'analisi grafica in maniera chiara e dettagliata, sia nei contenuti che nelle parole, senza tralasciare nulla. Nella prima parte affrontiamo soprattutto gli aspetti di carattere generale, nella seconda, invece, entriamo più nello specifico attraverso l'analisi dei principali metodi di rappresentazione dei prezzi. Abbiamo classificato i più importanti modelli grafici conosciuti, dalle figure di continuazione alle figure di inversione. Dimostriamo visivamente, mediante l'utilizzo di esempi reali, i concetti espressi a parole per ogni singolo pattern.

Melanzane dall'antipasto al dolce. 251 ricette
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Osimo, Felice

Melanzane dall'antipasto al dolce. 251 ricette

Felice Osimo, 03/08/2020

Abstract: Mio padre era un ingegnere elettrotecnico, piuttosto noto nel suo settore. Ma di questo, ai lettori delle ricette sulle melanzane, forse non importerà molto. Quello che è importante è sapere che questo libro non è stato scritto da un professionista della gastronomia, ma da un ingegnere che cucinava per passione. Una passione molto forte, che comunicava a parenti e amici, al punto di divenire famoso, in quella cerchia ristretta, assai più come cuoco che per tutto il resto. Qui può ancora succedere di sentir dire a qualcuno: "Ah, i risotti di Felice..."A scrivere libri di cucina si cimentano in tanti. O perlomeno a firmarli. Oltre ai gastronomi riconosciuti, escono libri con titoli del tipo Le ricette di X Y, dove l'attrazione non sta nel contenuto delle ricette, ma nel nome del supposto chef. Un ingegnere elettrotecnico non potrebbe mai pubblicare un libro intitolato Le ricette di Felice Osimo, ancor meno di quanto avrebbe senso intitolarne uno Le ricette di Pina Fantozzi. Quando mio padre si è accinto a questo lavoro, si è posto quindi il problema: intorno a cosa coagulare l'interesse dei futuri lettori?La melanzana.Perché era l'ingrediente che mio padre sapeva cucinare in più modi diversi, perché era un po' il suo cavallo di battaglia. Nei cinque anni che hanno separato la fine dell'attività lavorativa di mio padre come ingegnere dalla sua morte, quando stava bene si dedicava a scrivere queste ricette, che suonano subito famigliari a chiunque le legga. Hanno un tono poco ufficiale, danno poca importanza alla precisione nelle quantità degli ingredienti (un vero cuoco sa sempre regolarsi per conto suo), sono creative e scritte con un gusto non solo gastronomico, ma anche per il testo. Senza pretese, s'intende.Alla sua morte, c'era una cartelletta di cartone contenente alcuni fogli sparsi dattilografati. Mancava una struttura in capitoli. Mancava un titolo. Mancava un indice. Mancava una presentazione. Mancava un editore. A tutti questi compiti mi sono sobbarcato io, e l'ho fatto con piacere, riscoprendo in certe frasi, in certe parole, espressioni e ricordi di un tempo.Lo stile del trattato è forse un po' troppo ingegneristico a volte, e in questo sono voluto andare incontro a quello che immagino possa essere il lettore modello del testo, togliendo alcune sigle, arrotondando certe frasi, aggiungendo molte informazioni date per scontate (ma fare da mangiare non è più obbligatorio, e non tutti sanno districarsi se le spiegazioni non sono dettagliate.Era e resta un libro che non va messo in mano a una persona che sta imparando a cucinare: alcune cognizioni di base occorre averle.Ora il mercato dimostra interesse per questo testo nella sua versione elettronica. Perciò ne ho preparata una, lanciando nel ciberspazio un materiale nato quando il ciberspazio non si sapeva nemmeno cosa potesse essere. Ed è un lancio che faccio con grande piacere. Chissà se davvero internet diventerà uno strumento per conoscere la diversità, anziché per omologare a standard imposti dal potere del denaro. La cucina di mio padre di tutto può essere accusata fuorché di essere standard. E così ve la propongo. Nell'augurarvi buona lettura, vi do il mio indirizzo al quale potrete rivolgervi per suggerimenti, critiche o messaggi di qualsiasi tipo.Bruno Osimo

New York con Carlo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Galici, Carlo

New York con Carlo

Carlo Galici, 12/05/2020

Abstract: Ultimo aggiornamento: 12 maggio 2020New York con Carlo è una guida agile e snella, perfetta per essere sfogliata prima e durante il viaggio.L'itinerario passo-passo ti guiderà alla scoperta della città, toccando le attrazioni più importanti e fornendoti interessanti aneddoti e curiosità.Durante gli itinerari giornalieri troverai consigli mirati, su posti dove mangiare e sui migliori piatti da scegliere.Se viaggi con bambini troverai molto utile la ricca sezione con i consigli sulle cose da vedere, mirate per far divertire anche i più piccoli.Presente inoltre una sezione con i consigli sulla prenotazione dell'hotel.Acquista la guida se:- quello che cerchi è un itinerario di facile consultazione mentre sei a New York o per pianificare al meglio il viaggio prima della partenza.Non acquistare la guida se:- se sei alla ricerca della storia della città o preferisci una guida completa con la descrizione di tutte le attrazioni, da 300 pagine. Questo è principalmente un itinerario, nato dalla mia esperienza come accompagnatore a New York. Per tutte le altre informazioni è disponibile il sito web viagginewyork.itNovità dell'ultima edizione:- aggiunte le ultime attrazioni che hanno aperto a New York, come Hudson Yards;- aggiornati orari e altre informazioni sulle attrazioni.

Analisi tecnica e trading online. Indicatori e oscillatori in Excel
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Barker, Eric

Analisi tecnica e trading online. Indicatori e oscillatori in Excel

Eric Barker, 01/07/2020

Abstract: All'interno di questa pubblicazione potrete trovare le formule Excel per creare i grafici di 33, tra i più importanti, indicatori e oscillatori di analisi tecnica. Advance Decline Line, Average True Range, Bande di Bollinger, DEMA, Envelopes, Money Flow Index, Media Mobile Esponenziale, Media Mobile Ponderata, Media Mobile Semplice, Negative Volume Index, On Balance Volume, Pivot Point, Positive Volume Index, Parabolic SAR, TEMA, Volatilità Storica, ADX D+ D-, Aroon, Bollinger Band Width, Bollinger %B, CCI, Chaikin Oscillator, Chande Momentum Oscillator, Force Index, MACD, Momentum, Price Oscillator, ROC, RSI, Stocastico lento, Stocastico veloce, Volume ROC, Williams %R.

Manuale di semiotica della traduzione
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Revzin, Isaak Iosifovic - Rozencvejg, Viktor Jul'evic - Ema Stefanovska - Bruno Osimo

Manuale di semiotica della traduzione

Isaak Iosifovič Revzin, 22/07/2020

Abstract: La scienza ha lo scopo di far progredire la conoscenza nel modo meno indolore possibile, pubblicando congetture e sottoponendole alla comunità mondiale perché le falsifichi. Fino al momento della loro falsificazione parziale o totale, le congetture hanno lo status di "attualità", o status of the art.Perché ciò avvenga, la scienza si è data un metodo: uso di una terminologia (metalinguaggio) a prova di sinonimia e omonimia (a livello di una stessa lingua), uso di equivalenza terminologica stretta (a livello interlinguistico), pubblicazione universale del risultati e loro esposizione al giudizio e alla critica altrui. In teoria, quindi, quando qualcuno pubblica qualcosa, non possono passare cinquant'anni senza che questo contributo venga preso in considerazione, magari anche solo per scartarlo. Soprattutto se è stato scritto nella lingua franca della scienza.Orbene, nel 1964, anno in cui è uscita la prima edizione di Osnovy obŝego i mašinnogo perevoda per i tipi dell'editore Vysšaâ škola, anche la lingua franca era contesa tra Urss e USA: per colpa della guerra fredda, c'era chi voleva far passare come lingua franca l'inglese e chi proponeva il russo. E questo è stato un danno per la scienza, e vittime ne sono state pubblicazioni di prim'ordine come questo bel manuale di Revzin e Rocencvejg.Cerchiamo di recuperare il tempo perduto pubblicandolo oggi, a mezzo secolo esatto dalla prima uscita. Di certo questo mezzo secolo di ritardo ha ostacolato lo sviluppo della scienza della traduzione, che così ha avuto modo di impantanarsi nella palude della corrispondenza biunivoca, dell'equivalenza e del saussurismo. Perfino il concetto di "strutturalismo" è stato vittima della cortina di ferro, e il 99% degli occidentali ignora che è nato a Praga negli anni Trenta, e non a casa Lévi-Strauss negli anni Sessanta.In questa prefazione cerchiamo di chiarire soprattutto alcune questioni di natura terminologica e traduttiva che poi, data la natura del testo, sono tutt'uno con le questioni di sostanza, di contenuto.La lettrice italiana trova qui la locuzione "letteratura artistica". Non si tratta d'un calco sul russo, se per "calco" s'intende che al traduttore è sfuggita una diversa impronta linguoculturale della cultura emittente. Si tratta di una concezione maggiormente accurata dei tipi di testo che evita la grossolanità della locuzione "traduzione letteraria", sotto il cui ombrellone (bucato!) trova posto di tutto, purché sia pubblicato da un editore: in realtà si tratterebbe della "traduzione editoriale" (sempre che ci sia bisogno di distinguerla da quella non editoriale, cosa di cui ci permettiamo di dubitare). Noi sposiamo quindi la concezione slava (non sovietica, ma panslava) secondo cui esistono differenze (anche se non di principio, come mostra Lûdskanov) fra traduzione artistica (di poesia e narrativa e saggistica d'autore) e non artistica (settoriale, divulgativa, scientifica, documentaria).