Storia, fisiologia, dizionari, consigli

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Materiale A stampa

Trovati 26 documenti.

Mostra parametri
The China study
0 0 0
Videoregistrazioni: DVD

The China study : il più importante e completo studio su alimentazione e salute : videocorso formativo + intervista esclusiva / T. Colin Campbell ; straordinarie testimonianze di Franco Berrino ... [et al.]

Cesena : Macrovideo, 2013

Abstract: L'autore della più importante ricerca mai condotta sulla nutrizione e la salute alimentare, per la prima volta in un video formativo di altissimo profilo sul rapporto tra alimentazione e salute. T. Colin Campbell, il ricercatore americano definito una delle 25 persone più influenti nel campo dell'alimentazione, illustra, in questo dvd, i sorprendenti risultati di una ricerca monumentale attesa da oltre 27 anni da medici e specialisti. The China Study, studio condotto sotto la gestione congiunta della Cornell University, dell'Università di Oxford e dell'Accademia Cinese di Medicina Preventiva, ci mostra come una dieta costruita prevalentemente o totalmente su cibi naturali e vegetali sia in grado di prevenire o curare gran parte delle malattie. Oltre al seminario formativo, il cofanetto contiene un'intervista esclusiva al Dott. Campbell e testimonianze straordinarie di specialisti e personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo: Prof. Franco Berrino, Paolo Kessisoglu, Sabrina Donadel, Dino Baggio e Red Ronnie.

I reni di Mick Jagger
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Fortunato, Rocco

I reni di Mick Jagger

Fazi Editore, 06/11/2013

Abstract: Una profonda ingiustizia divide irrimediabilmente Dio e gli uomini, e gli uomini tra loro, chi è malato da chi non lo è, chi ha avuto fortuna e chi no. Un uomo che ha sempre rubato e sprecato tutto: amore, talento, e la salute, scopre che i suoi reni non funzionano più. E che la sua vita non sarà più la stessa. Analisi, dottori, ospedali. Deve imparare. Nuove regole. E guardarsi dentro, riconoscersi, accettarsi. Intorno a lui il mondo si popola improvvisamente di una umanità che, messa alle strette, dà il meglio e il peggio di sé. Fra tutti sono Michele e Farini. Malati come lui. Imbottiti di medicine. Giovanissimo il primo, sempre innamorato di donne immaginarie, orgoglioso della calibro sette e sessantacinque che tiene gelosamente nascosta in un barattolo di vernice. Grassissimo, di una disonestà disarmante, prennemente affamato e continuamente coinvolto in giri loschi e affarucci da genio criminale da bar-sport, l'altro. Eppure teneri, indifesi, a volte sorprendentemente saggi. Unica speranza per tutti: il trapianto. Prima e dopo l'operazione, nei corridoi e nelle sale degli ospedali, nel letto di un amore nevrotico e tenero, disperato e irreale, il protagonista scopre che le cose non migliorano e non peggiorano, semplicemente cambiano. E che è venuto il momento di guadagnarsi quello che ha: la vita stessa - qualsiasi essa sia.

L'alimentazione per lo sportivo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Miggiano, Giacinto A.

L'alimentazione per lo sportivo

Il Pensiero Scientifico, 16/05/2013

Abstract: Anche se una corretta alimentazione non garantisce automaticamente la vittoria, l'atleta che voglia ottenere una prestazione di buon livello deve sempre fare attenzione a ciò che mangia. Quali sono le regole fondamentali da seguire? Come impostare uno schema dietetico per ottenere il massimo benefi cio dal proprio programma di allenamento? E come assicurare ai muscoli l'energia di cui hanno bisogno? Cosa è indispensabile sapere sul complesso rapporto fra alimentazione, benessere e attività sportiva, amatoriale o agonistica che sia? Come e perché le indicazioni cambiano a seconda dell'età, delle condizioni fi siologiche e dello stato di salute? Nel rispondere a questi e molti altri interrogativi l'autore si propone di aiutare gli atleti a realizzare il proprio piano alimentare "vincente", offrendo approfondimenti anche per dietisti, studenti di scienze motorie e professionisti operanti nel campo dello sport.Presentazione di Francesco Totti.

Smart fitness
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Gervasoni, Claudio

Smart fitness

Ledizioni, 05/07/2013

Abstract: L'uso dello smartphone e la pratica del fitness sono fenomeni in costante crescita in Italia: in media possediamo un cellulare e mezzo a testa, di cui oltre il 60% sono smartphone, e qualcosa come 33 milioni di italiani praticano, seppur in modo saltuario, qualche attività fisica per il proprio benessere. Il punto d'incontro tra questi due mondi sono le app per il fitness, ormai una vera e propria categoria a sé in ogni store: ce ne sono per ogni attività fisica e per ogni livello di preparazione. L'autore di questo libro, giornalista e collaboratore di riviste di fitness e hi-tech, le ha scaricate e testate una a una. Ne è nata una guida divisa per categorie di attività fisica, con preziosi consigli su come utilizzare al meglio le app per mantenersi in forma.

Dono e mercato nel mondo del fitness
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Deri, Roberto Carlo

Dono e mercato nel mondo del fitness

il Ciliegio Edizioni, 23/08/2013

Abstract: Questo lavoro eccezionale per approfondimento e chiarezza è stato realizzato dall'autore attraverso indagini attive e interviste direttamente sul campo; una metodologia che rende questa ricerca universalmente apprezzabile e appassionante. Con questa indagine, Deri svela i meccanismi sociali e psicologici sottesi all'attrazione contemporanea verso gli immensi centri fitness in cui si trova ogni genere di servizio, di attrattiva, di possibilità di svago. Chiunque potrà rimanere coinvolto nel libro di Deri, perché i centri fitness costituiscono un universo che contiene al suo interno la più grande diversità culturale, sociale ed etnica; in nessun luogo come nei centri fitness confluiscono tante diversità individuali, tanti differenti modi di pensare, tante persone che provengono dai più disparati ambiti sociali e lavorativi.

Entertainment. Spettacoli, centri commerciali, talk show, parchi a tema, social network
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Menduni, Enrico

Entertainment. Spettacoli, centri commerciali, talk show, parchi a tema, social network

Il Mulino, 14/03/2013

Abstract: L'entertainment non gode di buona reputazione rispetto alla cultura "alta", ma l'intreccio fra intrattenimento, spettacolo, politica e consumo è ormai inestricabile. Lo troviamo ovunque, nei media e nella pubblicità, ma investe anche il turismo e le crociere, la ristorazione e la moda, il gioco d'azzardo e la fitness, i parchi a tema, i centri commerciali. Una grande area di produzione e diffusione di contenuti culturali, che vale più del 10% dei consumi, e che incontra oggi Internet e i social network. Un linguaggio dominante, involucro necessario di ogni prodotto, evento, partito che voglia farsi scegliere.

Personal trainer
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Barlaam, Franco

Personal trainer

LIBRINMENTE, 29/05/2013

Abstract: Chi acquista questo libro, oltre ad utilizzarlo come un vero e proprio Personal Trainer in grado di svelare i segreti per raggiungere la forma fisica desiderata, troverà sfatati i falsi miti che ancora aleggiano nel mondo del fitness e avrà anche l'opportunità di sperimentare questo nuovo metodo sotto la guida del suo ideatore mediante l'utilizzo degli strumenti telematici. Il pubblico al quale l'autore si rivolge non è solo quello dei professionisti del settore, ma soprattutto quello costituito dalle persone comuni che intendono raggiungere come obiettivi: salute, forma fisica e benessere psicofisico.Personal Trainer traccia un percorso mirato alla riscoperta del movimento e dell'attività fisica mediante la proposta di un nuovo metodo di allenamento, la "Barlaam Zone" che l'autore sintetizza con l'equazione: (motivazione + creatività) x istinto / tempo = Barlaam Zone.

Scopri i segreti di 40 carriere di Successo - volume II
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Di Terlizzi, Alessandro - De Ruvo, Michele

Scopri i segreti di 40 carriere di Successo - volume II

SEM, 26/05/2013

Abstract: Il secondo volume di "Scopri i segreti di 40 carriere di successo" presenta gli aspetti più nascosti e quelli più esaltanti delle professioni della Moto Gp, del fitness, del no profit, degli scambi internazionali, della criminologia, del creative writing, dell'editoria, del giornalismo, dell'archeologo, del meteorologo, delle accademie militari, della polizia, di pilota d'aereo, della formula 1, della polizia, del detective. Sotto la lente ci sono percorsi di formazioni e opportunità da cogliere, senza alcuna reticenza. Una vera radiografia in cui vengono messi in evidenza strutture eccellenti e apparati che avrebbero bisogno di curare i propri acciacchi. Come il primo, anche il secondo volume orienta i giovani a una scelta consapevole e stimola i meno giovani, quelli che hanno già esperienza e non sono soddisfatti, a tentare nuove strade. Negli anni Sessanta del secolo scorso, si sognava di diventare astronauti, negli anni Ottanta medici chirurghi per operare a cuore aperto (Barnard docet), nei Novanta tutti iscritti a legge per combattere la corruzione di Mani pulite. La scelta di una professione non può e non deve essere dettata dalle mode. È una decisione che ha bisogno di abbinare aspirazioni a un sano pragmatismo, senza rinunciare alle une in favore dell'altro.

Smart fitness
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Gervasoni, Claudio

Smart fitness

Ledizioni, 05/07/2013

Abstract: L'uso dello smartphone e la pratica del fitness sono fenomeni in costante crescita in Italia: in media possediamo un cellulare e mezzo a testa, di cui oltre il 60% sono smartphone, e qualcosa come 33 milioni di italiani praticano, seppur in modo saltuario, qualche attività fisica per il proprio benessere. Il punto d'incontro tra questi due mondi sono le app per il fitness, ormai una vera e propria categoria a sé in ogni store: ce ne sono per ogni attività fisica e per ogni livello di preparazione. L'autore di questo libro, giornalista e collaboratore di riviste di fitness e hi-tech, le ha scaricate e testate una a una. Ne è nata una guida divisa per categorie di attività fisica, con preziosi consigli su come utilizzare al meglio le app per mantenersi in forma.

Quasi amici
0 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Toledano, Eric - Nakache, Olivier

Quasi amici = Intouchables / scritto e diretto da Eric Toledano e Oliver Nakache ; Francois Cluzet, Omar Sy, Anne Le Ny, Audrey Fleurot, Clotilde Mollet [attori] ; musiche Ludovico Einaudi ; montaggio Dorian Rigal-Ansous ; scenografia Francois Emmanuelli

Cologno Monzese : Medusa Film, [2012]

Abstract: l film è ispirato alla vera storia del tetraplegico Philippe Pozzo di Borgo (autore di Le Second Souffle) e del suo aiutante domestico Yasmin Abdel Sellou, che nel film viene chiamato Driss. Parigi. Una Maserati Quattroporte corre ad alta velocità. Alla guida c'è il giovane Driss e accanto Philippe, quest'ultimo con la barba lunga. I due vengono fermati dalla polizia a causa della forte velocità e Driss, mentre viene arrestato, spiega ai poliziotti che andava veloce perché il suo amico si sente male e stavano correndo al pronto soccorso. Philippe finge di avere un ictus e gli agenti della polizia, credendo che l'uomo stia realmente male, accompagnano i due uomini all'ospedale. Dopo l'allontanamento della volante, Driss e Philippe si allontanano in auto. Da qui la storia di amicizia tra Driss e Philippe viene raccontata tramite un'analessi. Inizia un flashback che racconta quando Driss e Philippe si sono incontrati. Philippe è un ricco tetraplegico che vive in un grande palazzo ed è in cerca di un badante. Tra i tanti aspiranti, elegantemente vestiti e con molte referenze, si presenta Driss, trasandato e rozzo: il ragazzo non è lì per farsi assumere, ma solo per ottenere da Philippe una firma che attesti la sua partecipazione al colloquio, anche con esito negativo, per continuare a ricevere i benefici assistenziali per sé e la sua numerosa famiglia. Philippe rimane sorpreso dalla presentazione del ragazzo, e lo invita a presentarsi la mattina successiva per ottenere la lettera firmata. Driss torna a casa, ma una donna che si capisce essere sua parente lo caccia di casa per essere sparito per sei mesi: Driss li aveva passati in prigione. Il giorno seguente Driss fa ritorno, e Yvonne, l'assistente di Philippe, gli mostra la casa e le mansioni che dovrà eseguire: a quanto pare, Driss può decidere se accettare la firma per l'assistenza sociale oppure lavorare per Philippe ma vivere nel lusso e nello sfarzo, per un periodo di prova. Nei primi giorni Driss non sembra d'accordo alle assistenze che deve dare nei confronti di Philippe, anche se quest'ultimo non si oppone alle discussioni del ragazzo, il quale spesso si dimentica le nozioni basilari, come il dovergli sorreggere il telefono vicino all'orecchio. Tuttavia, nei tempi successivi, tra Philippe e Driss inizia ad instaurarsi un rapporto amichevole: Driss riesce a far divertire Philippe facendogli dimenticare i suoi problemi fisici, e spesso offendendolo scherzosamente e facendogli rivivere emozioni ormai perdute, come il fare una passeggiata notturna o il fumare tabacco o cannabis. Gli amici di Philippe non sono d'accordo che egli abbia assunto Driss, ritenendo il ragazzo pericoloso per via dei suoi precedenti penali, ma Philippe afferma che non si preoccupa affatto del passato di Driss poiché è l'unico che lo tratta come una persona e non come un malato. Driss tenta di approcciarsi a un'altra assistente corteggiandola, Magalie, ricevendo solo rifiuti. Passa il tempo, e Driss viene assunto a tempo indeterminato. Tra i due c'è sempre più confidenza, sia nella vita privata di Philippe che in quella di Driss: Philippe rivela a Driss che divenne tetraplegico in seguito ad un incidente mentre praticava parapendio (sport che non ha mai smesso di praticare, anche da paralitico) e che sua moglie, morta a causa di un tumore, non era in grado di concepire e così hanno adottato una figlia: Élisa. Questa è un'adolescente e come tale vive tutti i problemi della sua età, come gli scatti d'umore, la ribellione al padre, i problemi d'amore. Driss sprona Philippe a occuparsi della ragazza e a sgridarla. Philippe ha anche una relazione epistolare con una donna di nome Éléonore. Driss lo incoraggia a incontrarla, ma Philippe tentenna, temendo di ricevere un rifiuto causato dalla sua condizione fisica. Alla fine si decide e le manda una fotografia. Philippe istruisce Driss nell'apprezzare la pittura astratta e l'alto valore che può raggiungere un dipinto, incomprensibile al ragazzo. Driss decide di cimentarsi nella pittura, realizzando un dipinto di dubbio interesse artistico, che tuttavia Philippe riesce a vendere a un amico per undicimila euro. Al suo compleanno, a cui ogni anno accorrono tutti i parenti per controllare le sue condizioni di salute con secondi fini, Philippe spinge Driss ad ascoltare musica classica dal vivo, tuttavia il badante la trova noiosa perché non ballabile: questi ricambia facendogli ascoltare gli Earth, Wind & Fire. A sera, Driss mostra a Philippe la lettera di risposta di Éléonore, con una sua foto allegata. Finalmente Philippe si decide a incontrarla. All'appuntamento si fa però accompagnare da Yvonne ma, troppo spaventato per incontrarla, chiede a Driss di venirlo a prendere, e con Yvonne escono dal ristorante senza accorgersi di Éléonore che sta entrando. Insieme prendono un jet privato per andare a fare parapendio. Sul jet Philippe dà a Driss una busta contenente gli undicimila euro ricavati della vendita del quadro. Al loro ritorno a casa trovano un parente di Driss leggermente ferito, che si trova nei guai per questioni di bande. Driss finalmente racconta la sua storia: lui è stato adottato dal Senegal da una coppia che lui chiama zii, i quali non potevano avere figli. Lo zio è morto, ma la zia, dopo essere stata con vari uomini ha avuto tanti figli e si è dovuta fare carico della famiglia. Philippe capisce che è giunto il momento di separarsi da Driss e lasciarlo tornare a casa. Di nuovo con i suoi parenti, Driss usa i soldi guadagnati fino ad allora per contribuire alle spese di famiglia, e poi utilizza l'esperienza vissuta per farsi assumere in una ditta di trasporti. A casa di Philippe intanto vengono assunti nuovi badanti, forse più preparati, ma rigidi e talvolta anche incapaci: Philippe non riesce a instaurare con nessuno di loro lo stesso rapporto avuto con Driss, cadendo nell'apatia, lasciandosi crescere la barba e non parlando con nessuno. Yvonne è molto preoccupata e così contatta Driss che, arrivato da Philippe, decide di portarlo via. La trama ritorna alla corsa in macchina, e mostra le sequenze dell'inseguimento della polizia, fino all'arrivo al pronto soccorso. Dopo aver eluso la polizia Driss decide di portare Philippe al mare. Una volta arrivati, Driss taglia la barba a Philippe (divertendosi e prendendolo in giro per i tipi di baffi che di volta in volta gli lascia) e lo veste elegantemente portandolo in un ristorante. Philippe è convinto di pranzare insieme a Driss, ma all'ultimo istante viene abbandonato da quest'ultimo che gli augura buona fortuna, esce e si allontana. Pochi secondi dopo si presenta Éléonore. Philippe si commuove: attraverso la finestra guarda Driss e gli sorride amorevolmente. Driss ricambia il sorriso, lo saluta e si allontana felice.

Gli anni migliori
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Fonda, Jane

Gli anni migliori

Corbaccio, 23/08/2012

Abstract: Attrice, scrittrice, pioniera del fitness, Jane Fonda insegna a dare e ad avere il meglio in tutte le fasi della propria vita e in tutti i suoi aspetti: amore, sesso, alimentazione, forma fisica, autostima, spiritualità e relazioni sociali. Raccontando episodi tratti dalla sua vita e presentando i risultati delle più recenti ricerche scientifiche, Jane Fonda dimostra che l'età da sempre considerata "critica" - gli anni fra i 45 e i 50 e poi dai 60 in avanti - sia in realtà la fase della vita in cui possiamo realmente mostrare il nostro io più energico e autentico, aperto all'amore e agli altri. Attraverso la descrizione di 11 ingredienti fondamentali per vivere, Jane Fonda invita a vivere una vita più ricca di significato, più piena, più in armonia con il nostro corpo, la nostra mente, il nostro spirito, i nostri amici? Con due semplici ma illuminanti metafore, descrive due visioni radicalmente diverse della vita: da una parte l'arco, in cui immaginiamo la nostra vita protesa verso un culmine e poi in continua discesa; dall'altra la scala, in cui ogni gradino rappresenta un guadagno per se stessi. La vita media si è incredibilmente allungata: come possiamo valorizzare questo dono che ci è stato dato? Come possiamo superare quei momenti bui che ci capita di attraversare, traendone profitto? In questo libro troveremo consigli per mantenerci nella migliore forma fisica, per seguire un'alimentazione corretta, per imparare sempre nuove cose che ci mantengono giovani con la mente e con lo spirito. Le persone sono molto più felici nella seconda parte della loro vita di quanto non riescano a essere prima, parola di Jane Fonda!

Sportivamente. Temi di psicologia dello sport
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Lucidi, Fabio - Lucidi, Fabio

Sportivamente. Temi di psicologia dello sport

LED Edizioni Universitarie, 07/05/2012

Abstract: La Psicologia dello Sport è una disciplina più antica di quanto non si ritenga. Già nel 1913 De Coubertin organizzò a Losanna un convegno Internazionale dedicato agli aspetti psicologici e psicofisiologici della pratica sportiva. A circa 100 anni di distanza, vi è ancora un dibattito aperto su quale sia il contributo che la psicologia può offrire all'interno delle Scienze dello Sport. Le competenze disciplinari sono in costante aumento, così come i programmi di intervento che dispongono di testimoniata efficacia. Nel contempo anche lo sport è cambiato, articolandosi in differenti sottodimensioni. Da una parte si è affermata una concezione dello sport come diritto di cittadinanza, come veicolo di integrazione sociale, di salute e di benessere psico-fisico in tutte le fasi del ciclo di vita. Dall'altra parte si è mantenuta e ulteriormente rafforzata una concezione "agonistica" dello sport e la necessità di costruire programmi sempre più specifici per la preparazione psicologica degli atleti o delle squadre di alto livello. Risulterà evidente che queste due diverse, talvolta contrapposte, accezioni dello sport pongono domande molto differenti alla psicologia. Questo volume si propone di fare il punto sulle conoscenze attualmente disponibili e rappresenta un esempio diretto dell'attività del Centro Inter-universitario Italiano dedicato alla Psicologia dello Sport denominato "Mind in Sport Team". Il volume si articola in quattro diverse sezioni. La prima è dedicata agli aspetti socio-cognitivi della pratica sportiva, con particolare riferimento all'importanza dei valori, delle motivazioni, delle convinzioni di efficacia e della coesione negli sport individuali e di squadra. La seconda sezione affronta i temi legati alla dimensione psicofisiologica del gesto motorio e sportivo e a quella più strettamente legata ai processi cognitivi di natura attentiva, percettiva, mnestica e decisionale. I temi affrontati nella terza sezione rendono evidente la relazione tra sport, esercizio fisico, salute e benessere. Infine, l'ultima sezione è dedicata alla descrizione teorico-pratica dei programmi di intervento psicologico attualmente utilizzati nello sport di alto livello. I diritti d'autore del libro andranno direttamente a finanziare le attività di Ricerca e Formazione del centro Interuniversitario "Mind in Sport Team".

Sportivamente. Temi di psicologia dello sport
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Lucidi, Fabio - Lucidi, Fabio

Sportivamente. Temi di psicologia dello sport

LED Edizioni Universitarie, 07/05/2012

Abstract: La Psicologia dello Sport è una disciplina più antica di quanto non si ritenga. Già nel 1913 De Coubertin organizzò a Losanna un convegno Internazionale dedicato agli aspetti psicologici e psicofisiologici della pratica sportiva. A circa 100 anni di distanza, vi è ancora un dibattito aperto su quale sia il contributo che la psicologia può offrire all'interno delle Scienze dello Sport. Le competenze disciplinari sono in costante aumento, così come i programmi di intervento che dispongono di testimoniata efficacia. Nel contempo anche lo sport è cambiato, articolandosi in differenti sottodimensioni. Da una parte si è affermata una concezione dello sport come diritto di cittadinanza, come veicolo di integrazione sociale, di salute e di benessere psico-fisico in tutte le fasi del ciclo di vita. Dall'altra parte si è mantenuta e ulteriormente rafforzata una concezione "agonistica" dello sport e la necessità di costruire programmi sempre più specifici per la preparazione psicologica degli atleti o delle squadre di alto livello. Risulterà evidente che queste due diverse, talvolta contrapposte, accezioni dello sport pongono domande molto differenti alla psicologia. Questo volume si propone di fare il punto sulle conoscenze attualmente disponibili e rappresenta un esempio diretto dell'attività del Centro Inter-universitario Italiano dedicato alla Psicologia dello Sport denominato "Mind in Sport Team". Il volume si articola in quattro diverse sezioni. La prima è dedicata agli aspetti socio-cognitivi della pratica sportiva, con particolare riferimento all'importanza dei valori, delle motivazioni, delle convinzioni di efficacia e della coesione negli sport individuali e di squadra. La seconda sezione affronta i temi legati alla dimensione psicofisiologica del gesto motorio e sportivo e a quella più strettamente legata ai processi cognitivi di natura attentiva, percettiva, mnestica e decisionale. I temi affrontati nella terza sezione rendono evidente la relazione tra sport, esercizio fisico, salute e benessere. Infine, l'ultima sezione è dedicata alla descrizione teorico-pratica dei programmi di intervento psicologico attualmente utilizzati nello sport di alto livello. I diritti d'autore del libro andranno direttamente a finanziare le attività di Ricerca e Formazione del centro Interuniversitario "Mind in Sport Team".

Ho cucinato per Barry Sears
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Airoldi, Valeria

Ho cucinato per Barry Sears

Emma Books, 08/05/2012

Abstract: Vorrei cucinare per Barry Sears. Proprio io, che quando mi avvicino ai fornelli, parliamoci chiaro, si accendono tutti in coro per farmi festa, tanto sentono la mancanza di qualcuno in casa che cucini. Vorrei cucinare per Barry Sears (o meglio mi piacerebbe cucinare per lui) 65 ricette inventate, copiate, prese qua e là: ma tutte realizzate da me e fatte con amore. Con qualche chicca che lo stupirà senz'altro. Io... che la Zona mi ha cambiato la vita. Valeria Airoldi, brianzola doc, è passata dall'edilizia (di famiglia) al giornalismo attraverso le passioni che coltiva da sempre: lo sport e la dieta Zona. Per quest'ultima cura una rubrica di successo su Sanihelp, il portale italiano di salute e benessere più cliccato del momento. Fra i sogni nel cassetto: concludere con soddisfazione e divertimento un triathlon olimpico, il suo sport prediletto.

Insatiable
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cabot, Meg

Insatiable

BUR, 20/04/2011

Abstract: Meena abita a Park Avenue e lavora come autrice per la seconda serie tv più famosa d'America. Una vita da sogno? Niente affatto. Non solo la promozione che attendeva da un secolo è andata alla sua bionda collega maniaca del fitness. Ma subito dopo i produttori le hanno anche annunciato di voler introdurre un nuovo personaggio nella fiction: uno stupido vampiro. Come se la gente non ne fosse già arcistufa… Se poi a questo si aggiunge che Meena è single praticamente dalla notte dei tempi – e magari c'entra un poco il suo piccolo problema, il "dono" che ha sin da ragazzina di prevedere la morte altrui – non è che ci sia proprio da stare allegri. Finché, una notte, avviene l'inesplicabile. Un attacco di insonnia spinge Meena ad avventurarsi lungo le strade deserte di una Manhattan addormentata. All'improvviso dalle guglie di un'antica cattedrale si stacca una colonia di pipistrelli che puntano furibondi contro di lei. Solo l'intervento di un misterioso sconosciuto la salverà da una fine orribile. Chi era quell'uomo? Come è sopravvissuto all'aggressione? E, soprattutto, come fare per rivederlo? Quel che Meena non sa, è che le sue domande non resteranno a lungo senza risposta.

Yoga & c. per i tuoi bambini
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Del Principe, Stefania - Mondo, Luigi

Yoga & c. per i tuoi bambini

Edizioni FAG, 28/09/2011

Abstract: Chi lo dice che solo lo sport tradizionale fa bene? I bambini hanno anche bisogno di evasione, libertà e istintività: ecco allora che ci viene in aiuto uno Yoga tutto speciale, a loro dedicato. Ma anche i gesti delle mani (Mudra), la danza istintuale e la fantasia sprigionata dalle note musicali sono potenti strumenti per promuovere il benessere dei bambini. Nel manuale vengono spiegati, passo passo, gli esercizi per star bene fisicamente e trovare la serenità interiore, divertendosi e ponendo le basi per vivere sani e felici in una società sempre più a misura di adulti la cui parola d'ordine è stress, frenesia e… correre, correre!Nella sezione pratica, per ogni esercizio, vengono indicati anche gli effetti sull'organismo e vengono suggerite brevi storielle per aiutare il "piccolo yogi" ad addentrarsi nel fantastico mondo dell'immaginazione e della salute. Attraverso questo libro tutti i bambini potranno "trasformarsi" in leoni, tigri, uccelli, alberi e qualsiasi altro elemento della natura che la fantasia ispira.

Gag
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ceragioli, Luigi

Gag

Giunti Demetra, 01/08/2011

Abstract: L'allenamento GAG, molto diffuso nelle palestre e nei centri fitness, è rivolto a tonificare e modellare principalmente tre zone muscolari precise con un'attività intensa: la zona dell'addome, la zone dei glutei e delle natiche, e le fasce muscolari delle gambe. Gli effetti funzionali dell'esercizio fisico; le fasce muscolari che si allenano e il loro funzionamento; la corretta alimentazione; un'ampia sezione di esercizi; varie proposte di programmi di allenamento: un manuale pratico, illustrato e agevole per raggiungere la perfetta forma fisica.

Patologie neurologiche e attività fisica
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ganzit, G. Pasquale - Stefanini, Luca

Patologie neurologiche e attività fisica

SEEd Edizioni Scientifiche, 31/05/2011

Abstract: l legame tra attività sportiva e patologie neurologiche è duplice: da un lato l'esercizio fisico può essere importante nella terapia di supporto di alcune malattie neurologiche, oltre che nella prevenzione delle ricadute di patologie neuropsichiatriche. Dall'altro traumi e lesioni sono tra i principali rischi per la salute dello sportivo e, se non trattati con tempestività, possono causare una successiva inabilità neurologica. Patologie neurologiche e attività fisica illustra quali sono gli sport da evitare e quelli consigliati per i pazienti che soffrono di alcune delle principali patologie neurologiche. Fornisce inoltre indicazioni sui principali rischi neurologici che possono insorgere in seguito a traumi.

Patologie urologiche e attività fisica
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ganzit, G. Pasquale - Stefanini, Luca

Patologie urologiche e attività fisica

SEEd Edizioni Scientifiche, 16/06/2011

Abstract: Per i pazienti in dialisi può essere complesso trovare tempo ed energie per l'attività fisica. Chi soffre di ipertrofia prostatica benigna è spesso restio a iniziare un programma di allenamento, poiché teme che concorra a peggiorare la patologia. Per chi è affetto da incontinenza gli ostacoli, soprattutto psicologici, ad avvicinarsi a uno sport possono apparire invalicabili. Il testo rappresenta un valido sostegno per superare i timori e intraprendere, con il supporto del proprio medico, l'esercizio più adatto alle proprie condizioni di salute.

Yoga
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Franci, Giorgio Renato

Yoga

Il Mulino, 24/11/2010

Abstract: Pur discendendo da una cultura lontana dalla nostra e da una disciplina molto antica, lo yoga è una pratica assai diffusa nel mondo occidentale contemporaneo, che si è dimostrata utile per il benessere fisico, psichico e per lo sviluppo della conoscenza di sé. La parola sanscrita "yoga" indica ogni metodo indiano di ascesi e di meditazione; così inteso, lo yoga ha avuto un ruolo cruciale in tutti i sentieri spirituali indiani che mirano a una trasformazione completa dell'essere umano. Questo libro presenta un'introduzione alla storia dello yoga dai tempi più antichi fino alla nostra epoca, con una particolare attenzione per lo Yoga classico, quello buddhista e quello tantrico. Si parla infine della recente diffusione dello yoga in tutto il mondo e delle ragioni del suo successo, tra consumismo e fitness.