Antonio Carotenuto

Vedi tutti i suoi post
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

La grande cecità. Il cambiamento climatico e l'impensabile

È un saggio molto interessante in cui ci si interroga sui motivi che spingono gli scrittori (e più in generale, gran parte della nostra società) a evitare l'argomento cambiamento climatico. Forse non è un libro alla portata di tutti, ma Ghosh è un grande narratore e ha una profondità di ragionamento fuori dal comune.

LO STUDIO DO. Io mentre studio applico il karate

Un libro che può essere utile agli studenti e i loro genitori, ma facilmente applicabile anche ad altri campi della vita (per studiare uno strumento musicale, fare uno sport ecc). A tratti forse è troppo autoreferenziale, ma l'autore cerca di guidarvi per mano con un metodo tutto suo.

Orzowei. Ediz. integrale

Si tratta probabilmente del libro più famoso del maestro Alberto Manzi, il quale parte da una semplice domanda; cosa accadrebbe se un bianco si trovasse a vivere in una tribù di neri africani? Da questo ribaltamento di ruoli (qui è un bianco che viene discriminato per il colore della sua pelle) nasce la storia di Isa, un trovatello ("orzowei" nella lingua Bantu) che lotta fin da piccolo per farsi riconoscere come un membro della comunità. Non riesce a farsi accettare neanche quando supera la Grande Prova di resistenza nella giungla conquistando il titolo di ring-kop (guerriero). Isa è alla ricerca continua di una famiglia e un'identità, passando prima dal villaggio degli Swazi, a quello dei Busheman e infine a quello dei boeri olandesi, trovando molte persone che lo disprezzano ma anche tre uomini (Amunài degli Swazi, Pao dei Busheman, e Paul dei Boeri) che considera a tutti gli effetti come dei padri. La lotta per la sopravvivenza e la guerra fra le tribù e i bianchi non vengono affatto addolcite da Manzi, che le presenta in tutta la loro crudezza e violenza.

Paure fuori luogo. Perché temiamo le catastrofi sbagliate

"La paura degli eventi naturali è fuori luogo e la preparazione consapevole è l'unica cosa che ci può salvare la vita". Questo è il messaggio principale che Mario Tozzi cerca di trasmettere, e che sintetizza gran parte degli argomenti trattati all'interno del libro. Forse per noi italiani dovrebbe essere quasi un obbligo leggerlo; ci insegnerebbe che non esistono disastri naturali ma solo eventi di fronte al quale ci facciamo cogliere troppo spesso impreparati. E' un libro alla portata di tutti, che racchiude dati molto significativi su vari terremoti, eruzioni vulcaniche (e, strano a dirsi, anche tsunami!) avvenuti in Italia, oltre che nel mondo. La lettura è resa piacevole dai numerosi aneddoti che riguardano il rapporto che i "sapiens" hanno avuto nella loro storia con questi eventi, alcuni dei quali anche molto sorprendenti (chi sapeva che la sconfitta di Napoleone potrebbe essere stata in parte causata dall'eruzione del Tambora? o che il dio giapponese dei terremoti è un pescegatto di nome Namazu?).

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Nessun post ancora inserito nel Forum

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate

Non vi sono ricerche pubbliche salvate