Alberto Cafarotti

Vedi tutti i suoi post
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Sender Prager - I. J. Singer

E' un breve, magistrale romanzo di uno dei più grandi scrittori del 900: il polacco Israel Jousha Singer. Sender Prager, proprietario di un ristorante di Praga, ha sedotto tutte le cameriere del suo locale, lasciando credere a ciascuna di loro che l'avrebbe sposata. Decide, invece, di unirsi in matrimonio con Edye, una signorina di buona famiglia. Per le sue nozze, Sender prepara una grande festa. Ma le cameriere "sedotte e abbandonate" meditano vendetta.

Aldo Moro - Guido Formigoni

Lo storico Guido Formigoni ricostruisce la vicenda umana e politica dello statista pugliese. La tragica morte ha nascosto molti aspetti della personalità di Moro. Molto ben trattata è la parte relativa al programma di Moro: portare nell’area della democrazia più forze politiche possibili, in pratica attrarre il PCI verso l’area governativa, questo soprattutto dopo il boom economico e il 68, dove la società italiana correva il rischio di avere una parte della popolazione che non si riconosceva nello Stato. Lo scopo politico di Moro non era quello di portare i comunisti al governo, ma di renderli difensori della democrazia e di far nascere una revisione ideologica nel PCI.
L’autore dice di non credere nel coinvolgimento degli USA nella sua tragica fine, portando prove dei buoni rapporti con Kennedy e delle frizioni con Nixon e Carter. Inoltre si mostra scettico sulla volontà dei sequestratori di volere trattare con lo Stato nei giorni del rapimento, non negando il fatto che ci siano state trattative private.

Scritti galeotti - Daria Galateria

Nel volume l'autrice tratta di "Narratori in catene dal 700 a oggi": da Casanova a Flaubert, da Guareschi a Dostroevskij. "Ho imparato molto dai lavori forzati" riconosceva quest'ultimo, che basò "I fratelli Karamazov" su un errore giudiziario scoperto in Siberia e per fare capire che parlava a nome del popolo russo mostrava i polpacci ancora segnati dai ferri. La "clemenza infinita" dello Zar mutò la condanna a morte in lavori forzati: "Non mi ricordo un momento più felice" confessò lo scrittore alla moglie. Nel 1878 lo Zar finì col pregare Dostroevskij di venire a fare la conoscenza dei suoi figli, su cui avrebbe potuto esercitare una fortunata influenza. Il genio russo amava raccontare, in seguito, di come era riuscito a trasformare la morte in straordinaria creatività.

Schiavo d'amore - W. Somerset Maugham

Nel 1915 questo capolavoro rese il suo autore molto popolare. E ancora oggi i tormenti del giovane protagonista, uno studente innamorato della donna sbagliata (oltre che poco affidabile), sono attuali e istruttivi.

Sani da morire - Paola Rinaldi

Esilarante esordio ambientato tra gli anziani ospiti di Chianciano Terme. Chi ha ucciso l'80enne Benito? Due arzille vecchiette s'improvvisano detective mentre a indagare sullo spinoso caso arriva un commissario caduto in disgrazia.

Una relazione - Carlo Cassola

Mario, giovane padre di famiglia, riallaccia i rapporti con Giovanna pensando di intrecciare una breve relazione extraconiugale che si trasforma però in un legame profondo. Da questo romanzo il film "L'amore ritrovato".

Barnaba il mago - Franco Di Mare

Questo è il terzo romanzo che il conduttore di "Unomattina" ambienta a Bauci, immaginario paesino della Costiera Amalfitana. Qui, durante l'inverno, arriva un mago. Un personaggio misterioso al quale si rivolgono in gran segreto molti paesani curiosi di scoprire cosa riserva loro il futuro.

Il ragazzo che leggeva Verne - Almudena Grandes

E' un emozionante romanzo della scrittrice spagnola Almudena Grandes ambientato negli anni 40. Il piccolo Nino si affaccia alla vita attraverso esperienze indimenticabili: dall'incontro con i ribelli nascosti sui monti alla lettura degli amati romanzi dello scrittore francese Giulio Verne.

Colosseo vendesi - Marcello Sorgi

Nel suo romanzo di fantapolitica «Colosseo vendesi» Marcello Sorgi immagina che il governo ceda a uno sceicco arabo il monumento più famoso del mondo per ripianare il debito pubblico. La storia è ambientata dopo le elezioni, e la clamorosa scelta del governo, che non è più il “governo dei ragazzi” uscito sconfitto alle urne, ma un fantomatico Successore che trasferisce la sede del governo in periferia, viene accolta con soddisfazione da tutti gli italiani, romani compresi. Lo scopo è quello di far diminuire il debito pubblico esploso dopo le leggi fatte dal nuovo governo. Ma questo solo perché siamo in una fiction .. o no?

Ultimi - Antonio Galdo

Scuola, università, lavoro, competitività, giustizia, tecnologia: in qualunque campo le statistiche relegano l'Italia agli ultimi posti, sia a livello europeo che mondiale.
Il giornalista Antonio Galdo scatta una fotografia del nostro Paese. E spiega come, dalla zona retrocessione in cui siamo finiti, possiamo risalire.

Viaggio in Italia - Guido Piovene

“Mentre percorrevo l'Italia, e scrivevo dopo ogni tappa quello che avevo appena visto, la situazione mi cambiava in parte alle spalle. Si risolvevano questioni lasciate in sospeso, e questioni diverse spuntavano al loro posto.” Così scriveva Guido Piovene nel 1957, nel più grande reportage sull'Italia mai realizzato. Era l'Italia del boom economico, che portava le cicatrici della guerra ma cambiava ogni giorno.

Mio padre era fascista - Pierluigi Battista

Il ritrovamento di un vecchio diario e l'età giusta per fare i conti con il passato: questi i presupposti che hanno spinto il giornalista Pierluigi Battista a raccontare il suo travagliato rapporto con il padre fascista, prigioniero a Coltano dopo aver combattuto, ventenne o poco più, dalla parte dei Ragazzi di Salò. Per scoprire che un individuo, e soprattutto un padre, non è mai soltanto la sua identità politica o la sua quotidianità.

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Nessun post ancora inserito nel Forum

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate

Non vi sono ricerche pubbliche salvate