Community » Forum » Recensioni

Il tennis come esperienza religiosa
2 2 0
Wallace, David Foster

Il tennis come esperienza religiosa

Torino : Einaudi, 2012

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Negli anni della giovinezza e ben prima di diventare il più grande innovatore della letteratura americana contemporanea, David Foster Wallace si è a lungo dedicato al tennis, entrando nelle classifiche regionali e sfiorando la fama che ha saputo costruirsi altrove, e con ben altri esiti. Il tennis è rimasta una delle sue grandi passioni, tradotta nelle pagine di Infinite Jest e Tennis, TV, trigonometria e tornado. Ma soprattutto in due saggi, qui raccolti insieme per la prima volta, e dedicati rispettivamente a Roger Federer e a un'epica edizione degli U.S. Open. Ma anche a mille altre cose: lo scontro omerico tra il talento e la forza bruta, tra la bellezza apollinea di una volée perfetta e gli interessi economici sporchi che ruotano intorno a ogni sport. Il tutto, nella lingua immaginifica e inimitabile che i fan di David Foster Wallace hanno imparato da tempo a conoscere e amare.

203 Visite, 2 Messaggi
Claudio Gatti
26 posts

Vedere il tennis dal vivo giocato a grandissimo livello è proprio una gran bella cosa specie se poi di tennis ci capisci anche; parola di David Foster Wallace (che per dire tutto questo usa 25+25 paginette ben scritte).

Genere : Tennis for smarties
Giudizio : 2 pallini (su cinque)

Ho cominciato con questo libro l'approccio a dfw, uno dei più brevi per via via arrivare a infinite jets che deve essere una vera impresa. Ho scoperto intanto una prosa scorrevole e appassionata che mi è piaciuta, lontana da farraginosita, capace di trasmettere concetti ed emozioni in modo simpatico e diretto. Pertanto e" stato per me un invito a conoscere meglio l'autore.

  • «
  • 1
  • »

783 Messaggi in 733 Discussioni di 72 utenti

Attualmente online: Ci sono 3 utenti online