Per visualizzare solo le opere letterarie del Fondo Armando Gnisci:

Fondo Armando Gnisci - solo opere letterarie

 

 

Includi: tutti i seguenti filtri
× Luoghi Milano

Trovati 46 documenti.

Culture creole
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lunghi, Carla

Culture creole : imprenditrici straniere a Milano / Carla Lunghi

Milano : Franco Angeli, c2003

Abstract: Le donne straniere sono spesso vittime di stereotipi che portano ad etichettarle, senza alcuna soluzione di continuità, come tradi-zionaliste e sottomesse o, al contrario, come emancipate e ribelli. Sono qui, poi, unicamente in veste di domestiche, di badanti, di prostituite o di casalinghe recluse nella sfera domestica.Questo libro, invece, vuole gettare luce su un mondo femminile straniero un po' diverso, costituito da alcune donne che a Milano, da sole, hanno avviato delle microimprese nel campo della moda e del cibo.Attraverso la raccolta dei 6racconti di vita' delle protagoniste, sono stati ricostruiti percorsi migratori e professionali molto articolati che nel complesso rivelano un interessante intreccio fra tradizione e modernità. Riprendendo, non a caso, proprio quelle attività che da sempre hanno caratterizzato la subordinazione del genere femminile, le imprenditrici intervistate hanno in realtà innescato percorsi di indipendenza rivalutando saperi ed abilità tradizionali. In quest'ottica, allora, le antiche ricette, l'arte del cucire e del rammendare, i rituali di abbellimento e di cura del corpo imparati dalle madri e dalle nonne nei lunghi pomeriggi dell'infanzia divengono lo strumento con cui individuare nicchie di mercato potenzialmente di successo in un contesto altamente competitivo quale è quello milanese.

Luna Park Rwanda
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mauri, Roberto

Luna Park Rwanda / Ciko (i. e. Roberto Mauri)

Milano : Edizioni dell'Arco, 2000

Abstract: Lassù, al villaggio di Dugà, gli anziani dicono di un ragazzo ribelle che è posseduto dallo spirito dell'Adédjé in piena. Kossivi, figlio di Mambono (madre di Mambo), fratello di Mambo e Gbédé, nipote dell'hunò Briyawo, già all'età di sette anni era posseduto dallo spirito dell'Adédjé in piena. Oggi, girando per le strade sassose e irregolari di Dugà, capita di incontrare un uomo di bassa statura, gambe arcuate, barba grigia incolta, viso scavato e occhi spenti... In questo romanzo l'autore con amore racconta la sua terra d'origine e le sue tradizioni.

Stranieri
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pace Ottieri, Maria

Stranieri : Un atlante di voci / Maria Pace Ottieri

Milano : Rizzoli, 1997

Abstract: In un Centro d'ascolto di una grande città tutti i giorni passano decine di stranieri. C'è chi trova la casa, e chi perde il lavoro, chi trova il lavoro e perde la casa, chi ha entrambi ma è clandestino. Raccontandosi, gli stranieri parlano di noi e ci descrivono con uno sguardo nuovo che giudica il nostro modo di vivere come uno dei modi possibili: è dalle loro storie brevi e lunghe che impariamo il senso profondo del valore delle differenze nella società contemporanea.

Letterature migranti e identità urbane
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Letterature migranti e identità urbane : i centri interculturali e la promozione di spazi pubblici di espressione, narrazione e ricomposizione identitaria / a cura di Miriam Traversi, Mirca Ognisanti

Milano : Angeli, ©2008

Abstract: Il volume trae spunto dalle riflessioni e dagli stimoli emersi durante il decimo convegno dei Centri Interculturali, intesi come propulsori di forme nuove di espressione e come promotori di accesso alle chances di auto-rappresentazione, di narrazione e di partecipazione dei migranti. Il testo esplora lo strumento della scrittura migrante intesa come risposta a nuove domande di partecipazione della città multiculturale e al contempo come insieme di linguaggi espressivi (biografia, racconto, immagine, suono) nelle declinazioni che attraversano genere e generazioni: le esperienze didattiche di scrittura e lettura, la scrittura e le biografie femminili, i linguaggi espressivi dei giovani di seconda generazione, la letteratura per l'infanzia. Il delicato intreccio di voci - di accademici, di scrittori migranti, di giovani, di insegnanti e operatori - tenta di ricostruire l'articolato scenario della letteratura della migrazione, delle produzioni editoriali, delle piste operative e dei percorsi didattici, sotto l'occhio vigile della ricerca, della riflessione metodologica e teorica.

Princesa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Albuquerque, Fernanda Farias : de - Jannelli, Maurizio

Princesa / Fernanda Farias de Albuquerque, Maurizio Jannelli

Milano : M. Tropea, 1997

Est ; 51

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Questo libro racconta la storia di Princesa, un transessuale. L'esperienza di un corpo in dissonanza, di un transito da un'identità sessuale a un'altra, di un essere umano bloccato sul confine dell'ambiguità. Il racconto di Princesa parte da lontano, dal Nordest del Brasile, e dal corpo maschile di Fernandinho, che mille José di campagna fanno femmina per il loro piacere. Quindi diventa una storia di moderna metamorfosi al silicone e chirurgia plastica, di una fuga illusoria e catastrofica verso le grandi metropoli del Brasile e dell'Europa che porta la protagonista a varcare la temibile soglia di una prigione.

Immigrati e comunita locali
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Immigrati e comunita locali : azioni, interventi e saperi dall'emergenza al progetto / a cura di Luciana Pepa

Milano : F. Angeli, c1996

Collana di sociologia ; 283

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: La regione Emilia-Romagna ha promosso, fin dal 1988, una complessa sperimentazione in alcune città che si sono trovate a dover affrontare i problemi dell'insediamento degli immigrati, dell'alloggio, della scuola, della salute, dell'integrazione fra culture. Le intenzioni della sperimentazione hanno prefigurato da subito progetti simultanei sulle diverse frontiere dell'emergenza per mobilitare tutte le agenzie secondo la logica dei "servizi che si parlano". Un sistema di azioni positive, dunque, di informazione, formazione ed organizzazione per definire gli obiettivi, i limiti, i percorsi organizzativi e metodologici, i necessari intrecci trasversali degli interventi delle diverse istituzioni e dei diversi professionisti.

La letteratura del mondo nel 21. secolo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gnisci, Armando - Sinopoli, Franca - Moll, Nora

La letteratura del mondo nel 21. secolo / Armando Gnisci, Franca Sinopoli, Nora Moll

[Milano] : Bruno Mondadori, 2010

Sintesi

Abstract: Il tema della letteratura mondiale, posto da Goethe nei primi decenni del XIX secolo e da lui sintetizzato nel nome di Weltliteratur, ripreso da Marx ed Engels nel Manifesto del Partito comunista del 1848 e quindi entrato nella riflessione letteraria fino a diventare un cliché, è qui affrontato per la prima volta con l'intento non di definirlo, ma di ricostruirne e di illustrarne la storia. Le poetiche e gli studi della decolonizzazione, il fenomeno planetario della letteratura delle diaspore, dell'esilio e della Grande Migrazione contemporanea, la massa ingente di traduzioni letterarie da tante lingue verso tante lingue sono le vie che, nella prospettiva degli autori, bisogna considerare per capire il senso del nostro tempo e della mondialità che in esso finalmente si compie, anche se tra imprevedibili contraddizioni.

Memorie di una principessa etiope
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Nassibou, Martha

Memorie di una principessa etiope / Martha Nasibù

Milano : BEAT, 2012

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Agli inizi degli anni Trenta del secolo scorso il ghebì, il palazzo del nobile Nasibù Zamanuel, svetta sontuoso nel centro di Addis Abeba. Nella vita del degiac, tutto sembra tingersi di prodigioso e fiabesco: da come ha impalmato la giovanissima Atzede Mariam Babitcheff dopo una gara sfrenata nell'ippodromo di Janehoymeda, a come l'ha condotta in pellegrinaggio in cima al monte Managhescià, dove il santo eremita abba Wolde Mariam ha predetto alla sposa la nascita di ben cinque figli. Un giorno di ottobre del 1935, tuttavia, la bella fiaba termina bruscamente. Per ordine di Benito Mussolini, le forze armate italiane invadono l'Etiopia da nord al sud, senza alcuna dichiarazione di guerra. Il degiac Nasibù combatte valorosamente per difendere la sua terra, ma le forze sono però troppo impari e il conflitto segna la fine dell'impero etiopico e dello splendore dei Nasibù, che nei mesi successivi sono costretti all'esilio. A più di sessant'anni dagli avvenimenti, Martha Nasibù, figlia del degiac Nasibù, racconta l'incredibile vicenda della sua famiglia esiliata in Italia sul finire del 1936 e tenuta al confino sino all'agosto del 1944.

Rom, genti libere
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Spinelli, Santino

Rom, genti libere : storia, arte e cultura di un popolo misconosciuto / Santino Spinelli "Alexian" ; prefazione di Moni Ovadia

Milano : Dalai Editore, 2012

I saggi ; 444

Abstract: Da sempre oggetto di sospetti e vessazioni, di persecuzioni e genocidi (si pensi ai 500mila Rom e Sinti massacrati dai nazisti), il popolo Rom è una delle più antiche minoranze del Vecchio continente, tra le più dinamiche e radicate. Eppure di loro non sappiamo nulla, a partire dal fatto che usiamo Rom come sinonimo di "zingari", mentre invece si tratta di uno dei cinque gruppi etnici (oltre a Sinti, Kale, Manouches e Romanichals) che costituiscono la popolazione romanì. Per la prima volta, uno studioso Rom italiano ci offre una storia complessiva di questo popolo, dalle migrazioni originarie alla situazione contemporanea, abbracciandone la cultura e i valori sociali, le espressioni artistiche, fino alle organizzazioni politiche. Questo racconto ci restituisce l'identità "invisibile" dei Rom, l'evoluzione di tradizioni e valori millenari tramandati nella quotidianità: un'identità ignorata dagli stereotipi dei campi nomadi che trasformano gli errori di pochi in colpa collettiva; relegata nel ghetto della povertà ed esclusione sociale dalle stesse associazioni di pseudo-volontariato; annientata, infine, dall'attuale politica di assimilazione attraverso la Romfobia. Appartengono alla popolazione romanì celebri attori come Michael Caine, Bob Hoskins, Yul Brynner, Rita Hayworth, il calciatore Michael Ballack, professori di prestigiose università, persino un Premio Nobel, un Principe, un Presidente della Repubblica e un Beato. Prefazione di Moni Ovadia.

Poeti Africani anti-apartheid. 1: Repubblica popolare del Congo, Costa D'Avorio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Poeti Africani anti-apartheid. 1: Repubblica popolare del Congo, Costa D'Avorio

3. ed

Bologna : Edizioni dell'arco, 2002

Fa parte di: Poeti Africani anti-apartheid

Dentro fuori
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dentro fuori : viaggio artistico educativo nelle carceri pugliesi / G. De Vito ... [et al.] ; a cura di Ivano Gamelli e Roberto M. Ricco

Milano : Unicopli, 2005

Laboratori della memoria ; 13

Fa parte di: Laboratori della memoria

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Migranti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Camarca, Claudio

Migranti : verso una terra chiamata Italia / Claudio Camarca

Milano : Rizzoli, 2003

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Ogni giorno, centinaia di persone cercano di entrare in Italia, la loro Terra promessa. Alcuni muoiono in mare, altri finiscono nei campi profughi, altri incominciano una vita da clandestini, fatta di furti, accattonaggio, prostituzione, ma anche di lavoro nero, precario, sottopagato, durissimo. Sono tutti migranti, uomini, donne e bambini che hanno lasciato la loro patria spinti dalle guerre fratricide, dalle pulizie etniche, dai fondamentalismi religiosi, dalle epidemie, dalla fame, dalla speranza di una vita dignitosa. Ognuno di loro ha una storia da raccontare.

Quando nasci è una roulette
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Quando nasci è una roulette : giovani figli di migranti si raccontano / a cura di Ingy Mubiayi e Igiaba Scego

Milano : Terre di mezzo, [2007?]

Abstract: Sette ragazzi e ragazze di origine africana spiegano cosa significa essere nati a Roma da genitori stranieri (o esserci arrivati da piccoli): la scuola, il rapporto con la famiglia e con i coetanei, la religione, il razzismo, i sogni. Il futuro dell'Italia sarà sempre più disegnato da storie come quella di Adil, che vorrebbe fare il giornalista, di George e del suo gruppo rap o, ancora, come quella di Iman, attiva nell'associazione dei Giovani musulmani d'Italia.

Le ciglia d'Oriente
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Smitran, Stevka

Le ciglia d'Oriente : poesie / Stevka Šmitran

Milano : La Vita Felice, 2013

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Cocoliche e lunfardo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Annecchiarico, Sabatino

Cocoliche e lunfardo : l'italiano degli argentini : storia e lessico di una migrazione linguistica / Sabatino Alfonso Annecchiarico

Milano ; Udine : Mimesis, 2012

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Immigrazione e trasformazione della societa'
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Immigrazione e trasformazione della societa' / a cura di Pietro Basso e Fabio Perocco

Milano : Franco Angeli, c2000

Abstract: Questo volume analizza criticamente le cause, le forme, gli effetti dei movimenti migratori che sono in atto verso l'Italia e l'Europa nel quadro del processo di mondializzazione, e discute le domande e le istanze che l'immigrazione pone alle scienze sociali e ai servizi sociali, in quanto dinamico fattore di trasformazione della società. È un lavoro a più voci, tra loro dialettiche, che suona, o almeno cerca di farlo, una musica un po' diversa da quella corrente. Il presupposto da cui muove è che le lavoratrici e i lavoratori immigrati non sono né bestie da soma, né sotto-uomini, né tanto meno gli untori del duemila, e neppure ninnoli folklorici, ma esseri umani portatori di bisogni umani emancipativi. Da integrare pienamente, su di un piano di parità, nella vita sociale e politica, e con cui integrarci in un autentico scambio solidale di esperienze e di culture proiettato al di là delle obsolete barriere nazionali. Questo testo esprime perciò una posizione di vivo contrasto nei confronti dell'etnocentrismo e del razzismo anti-immigrati di cui è malata una società che, ad onta del suo look scintillante di denaro e dei peana alla new economy , manifesta nella paura e nel rifiuto delle popolazioni immigrate (che supersfrutta) la paura per il proprio stesso futuro. Esso si rivolge non solo agli operatori dell'immigrazione, ma a tutti coloro che sono interessati a questa tematica, mettendo a loro disposizione degli utili strumenti di approfondimento e di lavoro. Pietro Basso insegna Metodologia delle scienze sociali e Sociologia della devianza all'Università di Venezia e coordina il Comitato scientifico del Master sull'immigrazione istituito presso la medesima Università. Con la FrancoAngeli ha già pubblicato Disoccupati e stato (1981) e Tempi moderni, orari antichi. L'orario di lavoro a fine secolo (1998). Fabio Perocco insegna Sociologia delle migrazioni all'Università di Venezia e coordina l'attività didattica del Master sull'immigrazione istituito presso la medesima Università. Ha pubblicato numerosi saggi sui fenomeni migratori ed è co-autore di L'Islam in Italia. Una presenza plurale , a cura di C. Saint-Blancat (1999).

Non-persone
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dal_Lago, Alessandro

Non-persone : l'esclusione dei migranti in una societa' globale / Alessandro Dal Lago

nuova ed

Milano : Feltrinelli, 2004

Abstract: Mentre le cronache registrano di continuo la morte in mare di clandestini, gran parte dei mezzi di comunicazione di massa alimenta senza sosta il panico sull'invasione del nostro paese da parte di immigrati provenienti dal Terzo mondo. Non si tratta in realtà di una lettura specifica dei soli media, ma di un più complessivo atteggiamento di chiusura della società italiana verso gli stranieri, in un Paese dove anche la sfera della politica non si dimostra consapevole del problema del riconoscimento dei diritti di cittadinanza ai nuovi migranti. Nel descrivere gli umori più profondi della società italiana Dal Lago si schiera in modo deciso, in un libro polemico e documentato, perché in gioco sono i contenuti più profondi su cui si regge la democrazia.

Numbelan
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gadji, Mbacke

Numbelan : il regno degli animali / Mbacke Gadji ; a cura di Claudia Canova

Milano : Edizioni dell'Arco, 1996

Il romanticismo in Germania
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Farinelli, Arturo

Il romanticismo in Germania / Arturo Farinelli

3. ed. riv. e raddoppiata nella parte bibliografica

Milano : F.lli Bocca, 1945

Letterature moderne ; 27

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Convergenze
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ceserani, Remo

Convergenze : gli strumenti letterari e le altre discipline / Remo Ceserani

[Milano] : Bruno Mondadori, 2010

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Alla base di questo libro c'è un paradosso. Mentre la letteratura e la critica letteraria non occupano più la posizione di prestigio che hanno mantenuto per secoli nelle nostre società (e nei nostri programmi scolastici), cresce l'interesse per il linguaggio e per le pratiche narrative da parte di chi fa un altro mestiere: gli scienziati ricorrono alla metafora per rappresentare i metodi dei loro esperimenti; gli storici vigilano con occhio critico sull'organizzazione del racconto; gli studiosi del diritto analizzano scenari e testimonianze attingendo a una moderna sapienza retorica. E così via, in un intreccio di prestiti e calchi non solo linguistici ma culturali, che questo libro isola per la prima volta come fenomeno unitario. Approfittando di un punto di vista mobile (negli ultimi anni ha insegnato in California e in Brasile, in Svizzera e in Germania, in Australia e in Danimarca) e del bagaglio di uno studioso di razza, Remo Ceserani disegna la mappa di un tipo di migrazioni in divenire, e di un territorio disciplinare definito da contaminazioni e convergenze. E lo fa in un libro che racconta incontri e patteggiamenti, fittissimo (nell'urgenza di afferrarli) di nomi e di storie. Un libro che, inseguendo travestimenti e metamorfosi della letteratura, ne ribadisce infine una forma di imprevista, tenace persistenza.